08/11/2020
HomeFashionAngelo Peluso: Di giorno “Cenerentolo” e “Principe” di sera

Angelo Peluso: Di giorno “Cenerentolo” e “Principe” di sera

Il bellissimo e simpatico personaggio, campano doc, ha deciso di parlare in esclusiva per noi di un suo momento. Angelo gravita nel mondo dello spettacolo ormai da anni

di Silvia Giansanti

Di certo non è cosa facile orbitare nel mondo dello showbiz e di questo Angelo Peluso ne è perfettamente al corrente, avendo provato sulla sua pelle tante situazioni. Soprannominato ‘l’amico delle dive’, alcune volte si aspettava qualcosa che invece non è mai arrivato. E allora ecco che non si è perso d’animo, rimboccandosi le maniche in tutti i sensi, sopperendo i momenti vuoti con i cosiddetti lavori umili. Un vero uomo di valori. E di questo ne va orgoglioso, lanciando un messaggio a chi magari vorrebbe arrivare subito e a tutti i costi.

Angelo, facciamo un bilancio dei tuoi primi quarant’anni.

“Per me questo è un anno importante perché ad aprile scorso ho compiuto i miei primi quarant’anni ed era un po’ di tempo che volevo un regalo pieno di soddisfazioni per questa età, sia per me stesso che per le persone intorno che amo. Quindi ci sono stati pensieri un po’ negativi perché magari mi sono lasciato condizionare dall’età. Riconosco che ho fatto tante cose importanti, ma non sono mai esploso realmente come meritavo. Sono un piccolo umile personaggio che gira in questo settore, non avendo però la fortuna di poter lavorare sempre in modo continuo. Mi considero tuttavia fortunato perché ho comunque le mie serate e altre cose. Non nascondo che in questi ultimi mesi il mio pensiero è stato anche quello di abbandonare tutto, come tanti artisti”.

Ti è capitato di fare errori?

“Sì, ho rifiutato anche proposte importanti, commettendo errori di valutazione. Qualche colpa è anche da addossare a me, oltre al fatto che mi aspettavo da qualche amica con un nome importante, un aiuto concreto. Ma pazienza! Il mio pensiero è stato sempre ‘se non sono riuscito fino in fondo, vuol dire che non lo merito’, ma forse tutto ciò è stato dettato da un momento particolare della mia vita”.

Poi hai avuto un ripensamento.

“Certo, in quanto vedevo che continuavano a chiamarmi, a farmi delle proposte interessanti. Essendo poi ‘amico delle dive’, ho condotto tante serate con Maria Monsè, con Carmen Di Pietro, con Valeria Marini, con Pamela Prati, con Angela Melillo, con le ex ragazze di ‘Non è la Rai’ e con la splendida Francesca Cipriani con la quale ultimamente ho vari progetti di lavoro”.

Hai avuto insomma un attimo di confusione.

“Assolutamente. Volevo anche tornarmene dalle mie parti ad Agropoli dove c’è la mia famiglia. Però a pensarci bene, anche a Roma ho il mio Marco, la mia casa, le mie cagnoline e tanti veri amici. Volevo semplicemente scappare da cose che negli ultimi anni non mi avevano donato delle certezze”.

Che cosa hai fatto nei momenti di buco?

“Mi sono reinventato e non nascondo che anche oggi ho una vita parallela, fatta di pulizie nei condomini al mattino con guanti alla Mastrolindo e di ‘stira e ammira’ a casa di qualche signora e di serate con le dive quando capitano. Purtroppo l’arte non sempre mi dà da vivere. Non mi vergogno affatto di questo, anche io ho le rate della macchina e le bollette da evadere. Ho cercato di trovarmi qualcosa che mi desse la possibilità di avere ore da dedicare allo spettacolo”.

Cosa si sta muovendo per te attualmente?

“Oltre alle serate, al programma ‘Funny Moon’, sono diventato attraverso Istragram testimonial di piccoli brand come Gioyel, Black Noise e Lcbags, Lauracolucci. In più sarò ospite di una puntata di un programma intitolato ‘Jack e il suo show’, in onda su La4 con Maria Monsè. Canterò ‘Cuore Selvaggio’ che poi è il tributo alla mia amica Alba Parietti. Sono previsti inoltre eventi di concorsi internazionali di bellezza con Cristina Roncalli, un’altra mia carissima amica”.

Hai mai aiutato qualcuno?

“Io ho la coscienza a posto, quando ho potuto ho dato una mano, ma evidentemente a qualcuna con il nome molto forte, non è importato più di tanto darmi un piccolo aiuto, che magari avrebbe cambiato la mia vita”.

Condividi Su:
POST TAGS:
Nico Piro: Inviato d
Roberta Mastromichel

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO