11/30/2021
HomeGustoAnthony Peth: “Chef in campo” seconda edizione

Anthony Peth: “Chef in campo” seconda edizione

Il bel conduttore televisivo sardo conosciuto al grande pubblico per la conduzione di programmi di successo come Gustibus su La7 e Trend, in onda sulle reti Mediaset, conferma anche in questo difficile 2021 il suo sostegno al Made in Italy. Prodotto da Francesca Aiello, scritto da Marco Marrocco e diretto dal regista Mario Maellaro, una nuova stagione che sta ottenendo ascolti record per la storica rete Alice Tv nel nuovo canale interamente dedicato alla cucina e ai viaggi Alma Tv visibile in chiaro sul 65 del digitale terrestre, in onda dal lunedì al venerdì alle 21.30.

Anthony ormai consacrato al grande pubblico per la conduzione di food content, pensi sia il segreto del tuo successo?
“Sono molto contento di essere riuscito ad entrare nelle case degli italiani in un momento difficile come questo ed eccoci pronti ad intrattenervi con una seconda edizione ricca di novità. ‘Chef in campo’ è stato un progetto fortemente voluto che mi ha dato una parvenza di normalità in tutto questo caos. Da subito ha ottenuto ascolti importanti, non so quale sia il segreto, ma credo che davanti ad un programma di cucina il pubblico si immedesima e rielabora poi le ricette a casa”.
Tante novità abbiamo notato in questa edizione partendo dalla scenografia al cast con delle new entry.
“La cucina come tutti i programmi è cambiata, riguardo al cast lo chef resta sempre Andrea Palmieri e il confermatissimo sommelier Matteo Carreri. New entry sono la cake creator Manuela Romiti e in collegamento dal polo gourmet Dalodi Vittorio Cesarini che ogni puntata insieme alla maestra pizzaiola dedicano una pizza speciale all’ ospite di puntata. La famiglia si allarga sempre attraverso i sentieri del gusto ovviamente”.
Sei sempre in prima linea per supportare il Made in Italy.
“Questo periodo buio è stato critico per tutti, ci ha insegnato molto e da qui dobbiamo ripartire. Ricominciamo dall’amore, dal valore del lavoro e dalla tradizione: siamo italiani e la storia insegna che sappiamo sempre rialzarci, questa trasmissione racconta ingredienti che appartengono al nostro valore aggiunto, tanto amato in tutto il Mondo, il Made in Italy”.
“Chef in campo” andrà in onda per tutto l’autunno e già si parla di una terza edizione.
“Vedo che siete attenti Il pubblico è sovrano e decide se un programma può andare avanti oppure no. Per “Chef in campo” ci sarà un futuro. Non so se sarò io il conduttore per la terza stagione, ma se verrò riconfermato ne sarei felice, per me è diventata ormai una grande famiglia, credo che questa trasmissione sia il mix giusto tra divertimento e cultura enogastronomica. Non manca nulla… o quasi, qualcosa si può sempre aggiungere”.
Hai delle idee?
“Beh per esempio da buon amante degli aperitivi, l’anteprima potrebbe essere proprio l’ aperitivo di benvenuto fra l’ospite di puntata e il cast, con il supporto di un barman per esempio e scoprire perché no, anche i sentieri del gusto del comparto beverage cocktail. Un’altra idea potrebbe proprio essere l’angolo Kids, ormai anche i bambini cucinano, sarebbe bello veder realizzare anche un piatto da dedicare all’ ospite di puntata dai più piccini. Le idee sono tante, e in ogni edizione conoscendo la professionalità del regista Mario Maellaro cambia sempre qualcosa”.
C’è un personaggio che vorresti intervistare un giorno proprio nella cucina di Chef in campo?
“Mi piacerebbe tantissimo intervistare Maurizio Costanzo, in fondo se lavoro in tv è grazie a lui. Sono passati tanti anni ma il mio esordio è stato sotto la sua direzione artistica a Mediaset”.
Cosa bolle in pentola per il tuo futuro?
“Dubai. Ma non posso dire di più, saluto i lettori con grande affetto e ricordate ‘Italia da gustare… Italia più bella!’.
© ph. Andrea Laureani,
fashion stilist. Elisabetta Viccica

Condividi Su:
Women and cars 2021:
Flavia Flaminio: I t

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO