Barbara Foria: “Gli uomini? Fonte inesauribile di ispirazione”


    barbara foria 3

E’ reduce dai successi di Colorado Cafè e degli spettacoli teatrali “Gli uomini preferiscono le tonte” e “Il piacere è tutto mio”. In più fa parte della squadra di Simona Ventura nella trasmissione di “Cielo che gol!”, in onda sul canale Cielo di Sky. E in cantiere c’è un nuovo spettacolo, sempre contraddistinto da divertimento e risate

di Alessandro Cerreoni

E’ una delle signore della risata. I suoi spettacoli fanno “morire” dalla risate. Il rapporto tra uomo e donna è al centro del suo show. E lei spiega anche il perché. Barbara Foria è uno dei fenomeni di questi ultimi anni. Per lei è un periodo d’oro: un programma su Cielo (Sky) con Simon Ventura, dedicato alla domenica calcistica, Colorado Cafè e un nuovo spettacolo teatrale da scrivere. Intanto, ha coronato il suo sogno: baciare el matador Cavani.
E’ un momento storico difficile. Cosa hai escogitato per far ridere ancora di più il tuo pubblico?
“Leggerezza. Parlare di argomenti leggeri per far sorridere e soprattutto per distrarre in un periodo storico così difficile e triste. La mia è semplicemente satira sociale che abbraccia argomenti quotidiani. Il pubblico si identifica nelle situazioni che racconto sentendosi protagonista. Nei miei spettacoli tratto spesso il rapporto uomo-donna, che di sovente, nella vita di tutti i giorni, è di tipo conflittuale e crea grossi problemi. E allora quale miglior rimedio se non riderci su? Se ci si prende troppo sul serio la vita diventa noiosa e pesante già i problemi sono tanti. Io non faccio altro che  cercare ‘la chiave’ per far ridere il pubblico trattando le problematiche di tutti i giorni, e quasi sempre riesco ad aprire la porta del divertimento. E poi più divertente di parlare degli uomini cosa c’è? Sono fonte inesauribile di ispirazione”.
Negli ultimi due anni sei stata protagonista a teatro con due spettacoli di successo: “Il piacere è tutto mio” e “Gli uomini preferiscono le tonte”. Puoi fare un bilancio?
“Un super bilancio che potrebbe risanare il deficit dello Stato! Di certo non dal punto di vista economico, perché con il teatro non si fanno grandi guadagni,ma dal punto di vista umano e professionale posso dire di essere diventata milionaria. Con il testo della Ricciardi ‘Gli uomini preferiscono le tonte’, dopo il successo di Roma e Torino, siamo in tournée nel centro sud e pronti a ritornare la prossima stagione teatrale a Roma e in scena a Milano in autunno. Per quanto riguarda il mio spettacolo ‘Il piacere è tutto mio’ sono entusiasta di questo lavoro scritto con Max Orfei, Stefano Vigilante e Luciano Recano. E’ uno spettacolo un po’ diverso dai precedenti, dove affronto molte più problematiche femminili. Diciamo che butto sempre l’occhio sull’ ‘universo uomo’, senza il quale noi non avremmo motivo di esistere, ma stavolta faccio anche un’analisi accurata dei piaceri delle donne e delle nostre manie. Spero di portarlo in giro nei teatri comici Italiani e riscuotere lo stesso successo di pubblico che ho avuto a Roma”.
E con Colorado Cafè che esperienza è stata? Sappiamo che sarai di nuovo protagonista nello show di Italia Uno.
“L’esperienza di Colorado è stata fantastica. Gruppo di lavoro super affiatato. E non parlo solo dei comici ma anche degli autori,della produzione, del reparto costumi e scene, della regia, coreografia e chi più ne ha più ne metta. Registrare una puntata del programma è divertimento puro, più per tutti noi che per il pubblico. L’edizione di quest’anno poi si è contraddistinta per una più alta presenza femminile nel cast ed è stato davvero bello lavorare insieme. Da qualche settimana siamo di nuovo su Italia Uno in prima serata con l’edizione primaverile di Colorado. Sei nuove puntate in attesa di ricominciare una nuova avventura a settembre”.
Hai progetti in cantiere di cui vuoi parlarci?
“Sto scrivendo il nuovo spettacolo teatrale. Debutterò la prossima stagione a Roma al Teatro dei Satiri, ma non vi svelerò niente, posso solo dirvi che dal titolo si capirà già tutto. E poi, visto che va tanto di moda la cucina in tv, sto pensando anche io di presentare un progetto cooking ‘Magna che ti passa!’, un format che racconta quanto è bello mangiare e come il cibo possa essere consolatorio. O magari, perché no, un reality a casa mia ‘Mast e chef’, chi sopravvive alla cucina della Foria vince un premio: diventare il mio chef personale per un anno. Se poi partecipasse Carlo Cracco non sarebbe male.”
Come sta andando questa esperienza in tv su Cielo con Simona Ventura?
“È una vera e propria scuola. Non c’è che da imparare da una super Simona Ventura. Lavorare al suo fianco e vederla all’opera equivale ad un corso di Laurea in Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo. E’ una professionista instancabile, ditemi che sarò di parte ma ci sono donne che hanno davvero una marcia in più. Nel suo programma ‘Cielo che gol!’ gli autori avevano pensato ad un turnover di attrici comiche pungenti ed io sono stata la prima convocata della lista… ed anche l’ultima. Non c’è mai stata altra convocazione, grazie al motto ‘squadra che vince non si cambia’. E così il capitano Ventura mi ha confermato insieme a Vera Spadini e Cristina De Pin per questo campionato tutto da giocare su Cielo ogni domenica fino al 19 maggio. Da gran tifosa di calcio non poteva capitarmi esperienza più bella! Litigo ogni settimana con le mie amiche milaniste Vera e Cristina, sperando che il mio Napoli resti ancorato al secondo posto. Ma tanto il regalo più bello Sky, Cielo e la Ventura me lo hanno già fatto: ho baciato El Matador Cavani. Cosa voglio di più dalla vita? Uno scudetto”.
Negli ultimi anni hai lavorato molto. Hai già programmato le tue prossime ferie?
“Difficile programmare le ferie. Quando ho voglia e possibilità di viaggiare lo faccio. Tutte le volte che ho programmato una vacanza o prenotato con largo anticipo un biglietto aereo, non sono riuscita a partire. Di certo la parola vacanza per me equivale a mare, acqua, spiaggia e sole. In attesa di fare un viaggio un po’ più lontano in giugno per ora mi consolo con gli splendidi posti caldi dell’Italia del sud”.
Un saluto ai nostri lettori?
“Vi saluto a modo mio, ‘statev bbuon!’. E’ un augurio di stare sempre bene e di essere felici. E perché no, visto che state bene, continuate a seguirmi e fate sta bbuon pure a me!”.


Your Comments

0 Responses to Barbara Foria: “Gli uomini? Fonte inesauribile di ispirazione”



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000