09/22/2020
HomeMusicaBoomdabash: Un successo dietro l’altro

Boomdabash: Un successo dietro l’altro

di Alessandro Cerreoni –

Da tre anni il loro sound ha letteralmente conquistato l’Italia. Attualmente sono protagonisti in tutte le playlist con “Karaoke” insieme ad Alessandra Amoroso. Signore e signori, direttamente dal Salento: Boomdabash.
Un’estate strana, la prima dopo la pandemia, come siete organizzati?
“Sì questa è davvero un’estate insolita. Noi per il momento abbiamo deciso di rimanere nella nostra terra in Salento e di limitare ogni tipo di spostamento sia per necessità personale che a livello di promozione artistica. Quest’estate non suoneremo dal vivo proprio perché a nostro avviso mancano le condizioni necessarie per far sì che si possa vivere l’energia e la magia di un live di Boomdabash. Al di là di tutto non riusciremmo neanche a coprire i costi di produzione dello show date le restrizioni a cui dobbiamo scrupolosamente attenerci”.
Per molti il lockdown è stata un’occasione per sperimentare cose nuove, mettere allo studio nuovi progetti. Per voi?
“Il lockdown è stato un periodo particolarmente proficuo dal punto di vista musicale in quanto ognuno di noi ognuno costretto nelle nostre case ha avuto più tempo per produrre nuova musica e sperimentare nuove sonorità. In questo periodo è nata anche ‘Karaoke’ un brano che ha proprio l’intenzione di farci distrarre anche solo per un attimo da tutto quello a cui tutti siamo stai sottoposti negli scorsi mesi. Nonostante non ci siamo potuti vedere a distanza siamo riusciti a mettere in piedi la canzone e siamo molto soddisfatti del grande affetto che il pubblico ci sta dimostrando, sentivamo la necessità di condividere con loro la nostra musica ed energia e questo non può che farci piacere”.
Venite da un biennio da record dove avete mietuto grande successo ovunque. Cosa vi aspettate per il futuro immediato e a lungo termine?
“Gli ultimi tre anni sono stati per noi indimenticabili. Da ‘Non ti dico No’, a ‘Per un Milione’ e ‘Mambo salentino’ i record sono stati tanti. Noi cerchiamo di mantenere i piedi per terra e continuiamo a fare la musica che prima di tutto ci piace, sperando possa regalare sorrisi e belle emozioni anche al pubblico. Ci auguriamo pertanto di continuare su questa linea, senza tradire la nostra Terra e le nostre radici al quale siamo molto legati”.
La vostra energia è alla base del vostro sound. Qual è il segreto di tutto questo?
“Possiamo dire che l’energia del nostro sound è una caratteristica vincente che ci contraddistingue. Diciamo che siamo dei perfezionisti e fino a quando non siamo convinti al 100 per cento di un brano non usciamo, forse questa la chiave alla base del successo, anche se a dir la verità non crediamo esista una regola fissa”.
“Karaoke” è il singolo estivo insieme a Alessandra Amoroso. Come è nata l’idea di collaborare con lei? E cosa vi aspettate?
“Alessandra è ormai una sorellona per noi, siamo legati da una bella amicizia reciproca e abbiamo una bella e rapida intesa. Ci legano le radici per il nostro Salento così come quei valori genuini e veri che sono tipici della famiglia italiana. Lavorare con lei è sempre al top, ha entusiasmo da vendere e si sposa bene con la nostra energia. Ci troviamo sempre in ottimo feeeling prima, durante e dopo la registrazione del pezzo. in questo momento era per noi fondamentale condividere la nostra musica con lei”.
A proposito di collaborazioni, avete collaborato con alcuni grandi come Loredana Bertè, Fabri Fibra, J Ax, Sergio Sylvestre, la stessa Amoroso… Quanto è importante unire i talenti artistici?
“Ci è sempre piaciuta l’idea di collaborare con le personalità che stimiamo di più nella musica e con le quali negli anni abbiamo instaurato ottimi rapporti di stima e amicizia reciproca. Difficilmente collaboriamo con artisti con il quale non abbiamo nessun tipo di legame o affinità artistica, la complicità nel ritrovarsi in valori comuni è per noi fondamentale”.
Festeggiate i 15 anni di carriera: come è stato il vostro percorso fin qui?
“Abbiamo fatto un percorso lungo, una gavetta che ci è servita con determinazione ed energia ce l’abbiamo messa tutta per cercare di ottenere il nostro posticino della musica. Non è stato facile, come tutti i percorsi ci vuole tenacia, ma ora siamo contenti di non aver saltato e bruciato le tappe, perché come dire l’attesa è meglio della festa. Nel corso di questi 15 anni di continua crescita abbiamo sperimentato moltissimo e capito quale voleva essere la nostra musica. La cosa più importante per noi è che non si siamo mai arresi per i nostri fan, crederci sempre, arrendersi mai”.
Il Salento è la vostra terra, si dice che abbia una magia. Questa magia voi l’avete incanalata per produrre musica. Quanto sono importanti le origini per il successo di un artista o di una band come la vostra?
“La nostra Terra è quasi sempre parte nelle nostre produzioni, è fonte d’ispirazione quotidiana e per questo è sempre ben presente nei nostri brani. Tra l’altro noi abbiamo proprio deciso di rimanere in Salento a produrre musica e abbiamo il nostro quartiere generale proprio a Mesagne, non potremmo pensare di concepire la nostra musica in altri luoghi”.
Siete molto attivi anche sul fronte sociale, siete ambasciatori dell’ADMO. Ne vogliamo parlare?
“La collaborazione con admo sezione di Brindisi nasce dalla volontà di sensibilizzare il pubblico verso la tematica della donazione del midollo osseo della quale se ne parla sempre troppo poco. Noi siamo tutti tipizzati e in caso di necessità pronti a donare proprio perché vi è carenza di donatori e la questione è a noi molto cara. Donare per aiutare il prossimo crediamo sia un gesto di infinità umanità che non ha eguali”.
Non sono da meno le lotte sociali per le quale non vi tirate mai indietro. Quanto è importante l’impegno degli artisti per arrivare ad un mondo migliore?
“Crediamo che la musica possa dare messaggi sociali molto importanti, ecco perché quasi sempre nelle nostre canzoni o durante i nostri show lanciamo messaggi dalla valenza sociale. Abbiamo abituato il nostro pubblico così sin dagli inizi e siamo felici di aver avuto sempre un ottimo riscontro. La musica è anche riflessione e condivisione. Nel corso degli anni tra le varie battaglie sociali abbiamo trattato anche la lotta al bullismo, all’inquinamento, all’omofobia, al razzismo, solo per citarne alcuni. Siamo assolutamente convinti ancor prima come persone che come artisti che questo sia doveroso nei confronti della collettività e noi nel nostro piccolo vogliamo contribuire a dare voce a chi magari non sempre riesce a farsi sentire”.
Progetti in cantiere?
“Al momento staremo in Salento per continuare a produrre musica e a concentrarsi sui prossimi brani. Dopo ‘Karaoke’ sicuramente ci sarà un brano invernale, che stiamo lavorando e non escludiamo anche un progetto di album, anche se ancora in fase embrionale. Rimanete connessi perché sicuramente le sorprese non mancheranno”.

Condividi Su:
Gianluca Mech: Nuovi
GP Magazine agosto 2

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO