Cesare Caccia: Il modello che ha lavorato con Monica Bellucci e Manuela Arcuri


    Cesare Caccia

La sua carriera ha avuto la svolta decisiva dopo che si è trasferito a Milano posando per grandi firme come Dolce e Gabbana, Diesel, Philip Morris e per riviste internazionali

di Francesco Fusco

Chi è Cesare Caccia? Quando hai cominciato ad affacciarti al mondo della moda?

“Cesare Caccia è un ragazzo che iniziato a lavorare nella moda dopo aver fatto tantissimi sacrifici. Già da piccolo ho cominciato a lavorare con mio padre facendo tantissime cose e in contemporanea studiavo per diplomarmi. In quel periodo sono stato notato da un talent scout di moda a Reggio Emilia, dove vivevo, che mi ha chiesto di partecipare ad una sfilata per un evento e mi ha subito inserito nella sua agenzia. Prima di fare ciò, lavoravo come animatore nelle discoteche, l’immagine la usavo per altre cose. Ho cominciato con questa agenzia, mi sono trovato molti clienti e poi mi sono trasferito a Milano per poi arrivare a posare per grandi firme come Dolce e Gabbana, Diesel, Philip Morris e per riviste internazionali quali Vogue e For Men. Per fortuna ho sempre avuto la testa sulle spalle e mi sono saputo gestire da solo in un mondo non molto facile, infatti ho cominciato ad ottenere risultati dopo una lunga gavetta”.

Il mondo della moda è cambiato. Negli ultimi anni in passerella sfilano modelle e modelli sempre più magri e soprattutto stranieri. Che ne pensi di questa cosa?

“Il mondo della moda è cambiato nel senso che cambiano i tempi, gli stili, sennò non si chiamerebbe tale. La moda è definita cambiamento. Per quanto riguarda i modelli magri si adattano al mercato dei magri, si adattano al mercato dei redazionali, però va bene lo stesso perché la moda è bella per questo. Secondo me è giusto che lavorino tutti, stranieri ed italiani… c’è una spietata concorrenza in un mondo che ti affascina ma il bello è proprio questo. Devo dire che sono stato fortunato perché sono riuscito a lavorare per oltre undici anni con successo per campagne nazionali ed internazionali”.

Che difficoltà hai riscontrato durante il tuo percorso professionale?

“Le difficoltà ci sono sempre quando vuoi fare una cosa bene nella vita ed ambisci ad arrivare ad alti livelli. Infatti, continuo ad andare avanti senza problemi ‘il corpo regge’ (ride). Nel lavoro ci sono state all’inizio, soprattutto quando dovevo farmi conoscere, ma poi sono riuscito a fare tante cose e ad ottenere buoni risultati. Devo dire che non mi posso lamentare,  anche perché sono riuscito a fare anche la bella vita. Un’altra difficoltà è stata quella di dovermi trasferire a Milano perché è una città che amo  tanto, di notte è piena di vita e mi ha dato la possibilità di cominciare a fare questo mestiere, ma, essendo nato nel profondo sud amo le città soleggiate. Devo dire, però, che non mi posso lamentare, anche perché sono riuscito a fare la bella vita”.

Abbiamo letto su alcuni articoli del web che ti occupi anche di musica… Parlaci di questo tuo nuovo impegno.

“Beh, la musica è entità che si rivela e quando inizi ad andare un po’ giù, ti fa risalire. E’ un’immagine colorata, ogni vibrazione ha un suo perché. La musica è magica, il mio obiettivo è fare musica e il genere che amo è l’house. Ho già avuto molti consensi ed essendo anche una persona molto riflessiva, a seconda degli stati d’animo riesco a creare vari generi. Attualmente sto collaborando con Frascky (producer). Amo i suoni caldi, ascolto la Deep House che ha questo ritmo statico (molto di pensiero) per arrivare alla techno house. Quando creo musica parto da un basso per poi arrivare ai suoni forti paragonando tutto ciò alla vita che ti regala momenti belli e altrettanti brutti. La musica in realtà rispecchia l’andamento della nostra vita. Mi sto rendendo conto che sto facendo grandi cose, infatti il mio obiettivo è di poter realizzare un disco, ma ci sto lavorando”.

Quale è il tuo prossimo obiettivo? E la tv?

“Essendo un Gemelli, mi ritengo un fantasioso e creativo ed ho iniziato a capire che negli ultimi anni riesco a fare tante cose, la televisione perché no! Ho lavorato nella moda, per diversi spot pubblicitari internazionali come Dolce&Gabbana dove ho avuto il piacere di lavorare con Monica Bellucci. Inoltre, sono stato affiancato a Manuela Arcuri per la campagna di moda e ultimamente mi stanno proponendo dei casting importanti, ma non parlo finché non ho firmato nulla”.


Your Comments

0 Responses to Cesare Caccia: Il modello che ha lavorato con Monica Bellucci e Manuela Arcuri



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000