Cosima Coppola: Una ragazza d’altri tempi


    cosima_coppola2

Interpreta una delle tante donne di Rodolfo Valentino nella miniserie dedicata alla vita movimentata di questo personaggio. Inoltre ha girato “Furore” accanto a Giuliana De Sio, Angela Molina e altri grandi attori. E’ un’attrice molto brava e nel 2009 è stata la protagonista della seguitissima serie televisiva di Mediaset “Il falco e la colomba”

di Silvia Giansanti

Molto tranquilla ma con il “chiasso dentro”, questa è Cosima Coppola, giovane e talentuosa attrice che già da una decina di anni ha saputo costruire il suo percorso con costanza e serietà. La ragazza dai bellissimi lineamenti, tipici di un’altra epoca, all’inizio sembra schiva, ma se le nomini la parola magica “danza”, non finisce più di parlare del primo amore della sua vita, nato così per caso per colpa di un problema al piede. Oggi affianca il continuo studio di questa disciplina all’attività di attrice. Come per molti artisti pugliesi che si sono trasferiti da quella terra, fatta di variopinti paesini, nella Capitale, il primo impatto con la metropoli non è stato affatto facile neanche per lei.
Cosima, il trasferimento da un piccolo paesino come Fragagnano ad una grande città come Roma è stato traumatico per te, almeno all’inizio?
“Per i primi mesi sì. E’ stato difficile ambientarsi in una città così grande soprattutto quando provieni da un paesino di poche anime. In seguito ho iniziato a lavorare, ho legato con alcune persone e quindi mi sono trovata bene e ho superato il distacco dalla  mia famiglia. Ricordo, che proprio all’inizio, non trovando subito una casa in affitto, mi sono dovuta appoggiare presso un istituto salesiano. E’ un’esperienza che non ripeterei, in quanto gli orari mi andavano stretti, era tutto tassativo e spesso se tardavo dieci minuti le suore mi facevano restare fuori il portone”.
La danza è la tua passione di vita e ti accompagna da sempre. Da dov’è nata?
“In realtà mi sono avvicinata alla disciplina perché avevo un problema da correggere al piede. Da lì mi sono appassionata follemente. Quindi, una volta risolto il problema al piede ho approfondito gli studi che tutt’ora porto avanti”.
Continui ad affiancare la danza al tuo mestiere di attrice?
“Se posso, volentieri! Nel tempo libero è inevitabile praticare danza. Mi muovo sempre e non riesco a stare ferma”.
In cosa sei specializzata?
“Di base ovviamente danza classica e poi ho fatto anche funk, jazz e altro”.
Ti hanno mai proposto di partecipare a “Ballando con le Stelle”?
“Di solito loro cercano persone dello spettacolo che non sappiano ballare, quindi non ero adatta per questo motivo. L’avrei fatto volentieri se vigevano altre regole”.
Hai un mito in questo campo?
“La Fracci su tutti e poi Nureyev e Roberto Bolle”.
Dalla danza il passo alla musica è breve. Cosa ascolti?
“Spazio molto, non ho artisti fissi. Ascolto tutto quello che mi emoziona. Attualmente preferisco Lana Del Rey”.
Hai avuto varie esperienze teatrali, tra cui “Odio il rosso” di Antonio Giuliani. Quale colore toglieresti dalla scala dei toni?
“Il giallo”.
Qual è il lavoro che finora ti ha regalato maggiori soddisfazioni?
“Sicuramente mi ha lasciato qualcosa un film che ho girato per l’estero dieci anni fa e che in Italia non è mai uscito. Mi piacerebbe poter continuare a fare cinema”.
Ti hanno mai detto che in alcune pose fotografiche richiami molto una diva d’altri tempi?
“Sì, me lo hanno detto”.
Sei ancora molto giovane. Come pensi di conservare i tuoi “doni naturali?
“Al momento faccio solo movimento e ancora non ci sto pensando. Curo l’alimentazione ma senza grandi privazioni. Vedremo più in là, comunque sono contraria agli stravolgimenti del viso e quindi al bisturi o al botox”.
C’è un attore con cui hai avuto modo di lavorare sul set che ti ha fatto effetto?
“Ti faccio un nome straniero per non fare troppi danni, Kevin Sorbo. E’ un uomo dotato di molto charme e di pacatezza”.
Che mi dici invece di Gabriel Garko, visto che nel nostro Paese tutte impazziscono per lui?
(Ride) “Volevi arrivare qui eh? Abbiamo un ottimo rapporto e abbiamo condiviso molti momenti lavorativi. E’ dal 2005 che va avanti il nostro sodalizio professionale. Lo stimo molto e tra noi non è successo mai nulla”.
Parliamo del tuo ruolo nella fiction “Rodolfo Valentino” accanto a lui.
“E’ tutto incentrato su di lui, su Gabriel. C’è tutto un giro di donne che fanno parte della sua vita e io ho un piccolo ruolo ma di spessore. Il personaggio che interpreto di nome Betty è un’anima un po’ ribelle, anticonformista ma con il cuore”.
Che tipo di uomini ti piacciono, quelli alla Rodolfo Valentino o li preferisci timidi e imbranati?
“Non sopporto gli spavaldi e gli ‘stronzi’ che se la tirano. Al momento ho voglia di stabilità, di una persona che mi faccia vivere serenamente e senza sofferenze. Preferisco l’uomo timido e misterioso che si fa scoprire lentamente”.
Oltre alla fiction di cui abbiamo parlato, c’è altro?
“Oltre a vari progetti che sto vagliando, ho girato anche ‘Furore’, una fiction di sei puntate sempre per la regia del bravissimo Alessio Inturri. Nel cast ci sono Giuliana De Sio, Angela Molina, Elena Russo e altri nomi di spicco”.
Che tipo di ruolo ti hanno affidato?
“E’ un ruolo di una persona dalle mille sfaccettature costretta a cambiare l’entità tre volte nel corso della sua vita, allo scopo di proteggere suo figlio. Quindi non ti posso fare un nome solo del personaggio”.
Come sei nella vita di tutti i giorni?
“Molto tranquilla ma con il chiasso dentro. Ho tante cose che vorrebbero emergere, ma sono un po’ chiusa. In fondo crediamo di conoscerci, ma non è così facile. E’ sempre una continua scoperta di noi stessi”.

CHI E’ COSIMA COPPOLA

Cosima Coppola è nata in provincia di Taranto il  17 ottobre del 1983 sotto il segno della Bilancia con ascendente Scorpione. Caratterialmente si definisce sensibile, introversa, giustiziera ed equilibrata. Non ha una squadra del cuore, adora i cannelloni e ha l’hobby della danza, del canto e dell’equitazione. Le piacerebbe vivere in Toscana; al momento non possiede animali domestici ed è impegnata. Il suo anno fortunato è stato il 2005 perché ha iniziato questo lavoro in modo serio. Tornando indietro, Cosima, dopo la maturità ha deciso di trasferirsi a Roma non solo per proseguire gli studi universitari, ma anche per approfondire quelli sulla sua passione più grande: la danza. Nel 2002 ha fatto la sua prima audizione da ballerina ed è stata selezionata per la compagnia de “Il Bagaglino”, tenendo spettacoli teatrali e televisivi al Salone Margherita e proprio in una di quelle occasioni è stata notata e contattata per un provino relativo alla fiction “L’Onore e il Rispetto”. Da questo momento ha iniziato a studiare seriamente recitazione. La sua costanza è stata premiata largamente, visto che negli anni successivi ha interpretato ruoli da protagonista in diverse fiction. Per lei c’è stato anche il teatro soprattutto con lo spettacolo del 2008 “Odio il rosso” di Antonio Giuliani. L’anno seguente è arrivata una parentesi cinematografica estera con “Kings of Mykonos”. E sempre nel 2009 è stata protagonista della serie televisiva di Mediaset “Il falco e la colomba”. Tra gli ultimi impegni,  ci sono un ruolo nella vita autobiografica di Rodolfo Valentino e la partecipazione nella fiction “Furore”.


Your Comments

0 Responses to Cosima Coppola: Una ragazza d’altri tempi



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000