Federico Giova: Sonorità americane per gli artisti italiani


    federico giova 1

Con il featuring di Jazze Pha, il mondo dell’ hip-hop a stelle e strisce incontra l’Italian Style di Giova. Il video è stato girato a Los Angeles, luogo, tra l’altro, molto particolare per lui e la famiglia. Federico è il figlio di Luciano Giovannetti, che a Los Angelese, nel 1984, centrò il secondo oro olimpico consecutivo nel tiro a volo, bissando il successo di quattro anni prima a Mosca.

di Marina Marini

Musicista italiano apprezzato negli Stati Uniti, il 31enne Federico Giova, alias Federico Giovannetti, si racconta.

Come si sposa lo stile italiano con quello americano?

“Il mio ultimo album è stato prodotto e registrato in California, Il sound è più americano che italiano sebbene i testi siano nella nostra lingua. Il connubio di questi due elementi dà respiro internazionale al mio genere. Gli ingredienti del mio stile sono l’RNB e la musica moderna ed elettronica. Questo stile è piaciuto a Steve Cropper, chitarrista dei blues brothers a tal punto che ha collaborato con me nell’album. E’ un genere esotico in italiano”.

“Summer” è il tuo ultimo lavoro.

“Summer è nato in America grazie all’incontro con l’oculele. Ho trovato questo strumento in un garage ed in una giornata di sole estiva ho comporto il brano “oculele” che poi è diventato “summer”.

Quali sono i tuoi impegni attuali?

“Ogni attività live coincide con l’uscita degli album. Attualmente stiamo proponendo “summer” in stile flash mob, per il tour aspettiamo l’autunno”.


Your Comments

0 Responses to Federico Giova: Sonorità americane per gli artisti italiani



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000