Gloria Radulescu: “A 20 anni ho lasciato il mio Paese per inseguire i miei sogni”


    gloria-radulescu-imgl7092-01

Ha lasciato a vent’anni il suo Paese per perseguire i suoi sogni. La determinazione l’ha sempre contraddistinta tanto che alla notizia della chiusura de “Il Paradiso delle signore” non si è persa d’animo. Stiamo parlando dell’attrice Gloria Radulescu che nella soap pomeridiana di successo di Rai 1 interpreta Marta Guarnieri.

di Thomas Cardinali

In questa nuova stagione Marta è più matura e consapevole. Una donna in carriera che non vuole rinunciare alle proprie ambizioni e al desiderio di avere una famiglia. In questa simpatica chiacchierata, oltre a parlarci dell’evoluzione del suo personaggio, Gloria si è raccontata tra passioni e nuovi progetti.

Gloria, come ritroviamo Marta in questa nuova stagione?

“Marta ha acquisito la totale indipendenza dopo che è diventata proprietaria per il 50 per cento delle quote del Paradiso. Lei è una donna curiosa e ha una forte passione per la fotografia, ereditata dalla madre. Sarà Vittorio Conti a credere in lei e a permetterle di concretizzarle il suo sogno. Inizierà così a lavorare come pubblicitaria assieme a Vittorio con cui abbiamo visto nascere una storia d’amore. La nuova stagione si aprirà con il matrimonio di Marta e Vittorio. Sarà un momento bellissimo anche se la coppia dovrà affrontare degli ostacoli. Ritroverete comunque una donna consapevole che non vuole rinunciare alle ambizioni e ai sogni, compreso quello di diventare mamma”.

Anche tu come Marta ti senti cambiata? 

“Mi sento più sicura e consapevole. Marta mi ha dato tanto e io penso di aver fatto lo stesso. E’ stato un bello scambio. Mi ha insegnato ad avere coraggio e la mia storia è simile alla sua. Ho lasciato Corato, il mio paese, a 20 anni per inseguire i miei sogni. Tutt’ora ho una forte determinazione. Non mi arrendo mai”.

Quando hai lasciato il tuo Paese come hanno reagito i tuoi genitori?

“Mia mamma mi ha sostenuto dicendomi di andare ed inseguire i miei sogni”.

Lo scorso anno la stagione produttiva è stata abbastanza travagliata tanto che era stato annunciato lo stop della riprese. Come l’hai vissuta?

“Quando ho saputo la notizia della chiusura ho pianto al telefono con Enrica Pintore. E’ stato difficile perché ci sentivamo legate al progetto e ai personaggi. Poi qui siamo una vera famiglia tanto che non solo ci frequentiamo sul set ma ci vediamo anche fuori. Confesso però che alla notizia che la serie sarebbe continuata abbiamo brindato. Non mi sono ubriacata però. Lo giuro. (ride) Quest’anno infatti si respira un’energia diversa”.

Avevi già pensato eventualmente ad un piano B?

“Sono sempre stata fiduciosa e durante quel periodo non mi sono guardata intorno. Pensavo che sarebbe arrivata una risposta positiva e così è stato. In quel periodo di stop mi sono dedicata alla lettura, ho fatto tanto sport e ho guardato serie tv”.

Quali?

“Ho guardato la serie ‘Peaky Blinders’ su Netflix. Bellissima. Ora invece sto leggendo il libro ‘Come la penso’ di Andrea Camilleri. Mi sta molto appassionando perché si tratta della storia della sua vita. Mi ci rivedo molto”.

Hai iniziato da poco la tua avventura in radio. 

“Sto lavorando come speaker per Radio Italia Anni 60 e ogni sabato conduco assieme ad Alessandra Paparelli la trasmissione ‘Parole e TV’. La mia prima ospite è stata Vanessa Gravina. Ho giocato in casa insomma” .(ride)

Un regista con cui ti piacerebbe lavorare?

“Impazzisco per Sergio Castellitto. Mi sarebbe piaciuto interpretare nel film ‘Non ti muovere’ il ruolo di Italia. Vorrei lavorare anche con Garrone e Sorrentino”.

Ti vedo però anche a fare un ruolo comico. 

“Magari. Nella serie ‘Non dirlo al mio capo 2′ interpretavo Claudia, un personaggio buffo e goffo. Mi sono divertita molto”.

Sei un tipo intuitivo nella vita?

“Tantissimo. E non sbaglio quasi mai. Sono una persona aperta che riesce a stare in ascolto. Capto la sensibilità, il timore, la rabbia e la perplessità. Per fare questo lavoro devi avere anche molto cuore”.

Marta si sposa. E tu a che punto sei?

“Gloria non si sposa. E non dico neanche se la sera qualcuno mi aspetta a casa. Per il momento mi accontento dell’anello che mi ha regalato Vittorio Conti”. (ride)


Your Comments

0 Responses to Gloria Radulescu: “A 20 anni ho lasciato il mio Paese per inseguire i miei sogni”



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000