Katia Pedrotti


    000_8646

Più di dieci anni vissuti intensamente tra esperienze in radio e tv e la costruzione di una bella famiglia. Oggi è una mamma e moglie felice, con tanta voglia di fare ed imparare nel campo dello spettacolo.

di Silvia Giansanti

Ha un blog dove si occupa di moda e di altri argomenti. E’ fresca di campagne pubblicitarie e di serate ed è stata anche madrina di alcuni eventi. Nel suo futuro prossimo spera vivamente che nel famoso pentolone si muova qualcosa, magari per dare un cambio a tante facce “stantie” che si vedono in tv. Katia Pedrotti oggi è una super mamma di due bambini e una sposa soddisfatta accanto al suo principe Ascanio, pronipote di Papa Eugenio Pacelli e conosciuto come ben ricorderete proprio all’interno della casa del Grande Fratello 4. Ancora oggi sono due simpatici concorrenti che vengono ricordati con affetto e che hanno ancora tanti fans. L’ex gieffina fa trasparire tutto il suo essere di persona pura e negli ultimi mesi ha rivoluzionato il suo look, mostrando qualcosa di più al pubblico attento, seppur mantenendo il suo stile raffinato.

Katia, in questi ultimi dieci anni sono cambiate diverse cose nella tua vita. Parliamone.

“Parlarne brevemente è molto difficile perché sono stati anni intensi. Sono stata catapultata in questo mondo grazie al famoso reality, una scorciatoia per entrare nel mondo dello spettacolo, senza avere né arte e né parte. Ho sempre dichiarato di aver avuto un accesso privilegiato. Non sono ballerina o cantante, ma magari ho alcune caratteristiche che ho affinato sul campo. Ho lavorato in radio e in tv facendo anche molte telepromozioni e se dovessi scegliere tra tutte queste cose, opterei per tutte. Non tanto per un discorso di popolarità ma proprio perché mi piace svolgere questo tipo di lavoro”.

Perché decidesti di partecipare alla quarta edizione del Grande Fratello?

“Ero molto giovane e non ero soddisfatta di molte cose e così desideravo qualcosa che mi sconvolgesse la vita. Credo molto nel destino che mi ha ascoltata e scelta”.

Cosa ti colpì di Ascanio, in quella casa che potremmo definire galeotta?

“Inizialmente nulla, anzi a dire il vero era anche un po’ orso caratterialmente, ma poi parlando abbiamo scoperto che avevamo un gran dialogo insieme e quindi potevamo stare ore e ore a conversare di tutto. Poi naturalmente anche l’aspetto fisico non è passato inosservato”.

Oggi come puoi definire la vostra storia?

“Secondo me è una storia perfetta nell’imperfezione. Siamo una coppia normale che attraversa momenti splendidi alternati a momenti grigi, come tutti del resto”.

Hai due figli piccoli, non ti spaventa il loro futuro su questa terra che non fa altro che darci notizie non confortanti?

“Se mi soffermo sul futuro, ovviamente non sono felice di vederli proiettati in un contesto composto da brutte notizie. Per il momento faccio semplicemente da guida, cerco di instradare i miei figli e loro devono avere la possibilità di vivere la vita facendo tante esperienze”.

Tu e Ascanio avete ancora molti fans?

“Considerando che sono trascorsi più di dieci anni, direi di sì. Ne abbiamo molti”.

Come dimostrano il loro affetto?

“Con l’avvento dei social, ogni giorno riceviamo messaggi e quando siamo in giro ci fermano e ci sorridono, facendoci i complimenti per la famiglia che abbiamo costruito. Sono davvero carini”.

Secondo te per quale motivo avete ancora tanto seguito?

“La semplicità è il nostro punto di forza”.

C’è stato un personaggio delle varie edizioni del Grande Fratello che hai ammirato particolarmente?

“Luca Argentero, che attraverso il suo talento ha costruito una bellissima carriera”.

Qual è il tuo mito?

“Ce ne sono diversi. Il mio mito di donna è sempre stata Paola Barale, molto fashion e come uomo ho sempre ammirato Claudio Lippi. Tra i personaggi attuali, mi piace Alessia Marcuzzi che è molto bella e affabile”.

Ho notato che hai cambiato look. Il perché di questa scelta?

“Sono stata un pochino più audace. A dir la verità sono stata sempre restia a mostrare la propria sensualità, non tanto per pudore, ma perché credo che debbano emergere le proprie capacità. Si arriva per bravura e non per altro. Oggi però mi sto rendendo conto che serve anche farsi notare e quindi pur restando nell’eleganza, ho voluto osare. Vediamo come si evolveranno le situazioni”.

Visto che sei una bella donna, sei stata mai vittima di stalking?

“Sui social sì, ma questo tipo di stalking è più facile da fronteggiare con un semplice blocco dell’utente. Ricordo di una ragazza che era molto pedante e che si faceva vedere spesso alle serate che facevo con mio marito. Puntualmente veniva allontanata perché ritenuta troppo pesante”.

Forse veniva per Ascanio.

(Ride) “No, aveva mire diverse, anche se Ascanio è molto bello e guardato dalle donne”.

Come combatti questa forma di malattia dal vivo?

“Devo essere sincera. Con gli uomini non ho problemi perché finora si sono dimostrati più carini e gentili delle donne, che, invece, sono più invadenti e meno attente nei modi di fare”.

Qual è la tua filosofia di vita?

“Vivi e lascia vivere. Ognuno è libero di seguire la sua strada”.

CHI E’ KATIA PEDROTTI

Katia Pedrotti è nata a Chiesa in Valmalenco (SO) il 27 settembre del 1978 sotto il segno della Bilancia, senza conoscere però il suo ascendente. Caratterialmente si definisce pazzerella, solare e pura. Ha come hobby la palestra, tifa per il Milan e adora la polenta taragna che è un piatto tipico valtellinese. Al momento non possiede animali domestici. E’ sposata con Ascanio Pacelli e ha due figli di nome Tancredi e Matilda. Vorrebbe vivere a Miami e il 2004 è stato l’anno fortunato della sua vita, in cui ha partecipato al Grande Fratello e nella casa ha conosciuto il suo attuale marito. Da quel momento per lei sono partite varie cose nell’ambito dello spettacolo. Ha avuto esperienze in radio e tv, fatto da madrina per alcuni eventi, ha all’attivo alcune campagne pubblicitarie e tante serate in giro con Ascanio.


Your Comments

0 Responses to Katia Pedrotti



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000