Larissa Pop: Una vita sotto i riflettori


    SONY DSC

Playboy Italia è stata soprattutto una sfida con se stessa, con la timidezza che fa parte del sua carattere e con l’ansia dei giudizi che inevitabilmente le sarebbero piombati addosso. Invece gli scatti che l’hanno vista conquistare le pagine di una delle riviste più amate dal popolo maschile sono un trionfo di eleganza e sensualità. “Penso che rappresentino bene il mio modo di intendere la seduzione che ogni donna deve esprimere” riassume Larissa Pop, 22 anni, un cognome che tradisce origini straniere (papà americano, mamma che vive fra Italia e Londra) anche se ormai Milano l’ha accolta da anni. Sarà anche per questa sua vocazione internazionale che sui social sta spopolando a vista d’occhio, portando avanti quella passione per la moda che ha nel dna. Ad essere sotto i riflettori della macchina fotografica d’altronde ci ha fatto l’abitudine sin da piccola, “oggi continuo a lavorare in quest’ambito anche se è sempre più difficile farsi notare. Ho avuto la fortuna di iniziare a fare la modella da bambina e quindi di vivere questa situazione con molta inconsapevolezza. Questo mi è servito ad avere sempre un buon rapporto con l’obiettivo”.

A vederla così, sembra una strada tutta in discesa.

“E invece no. Ho paura di non essere ‘abbastanza’ ogni volta che devo iniziare una sessione fotografica o una ripresa. Ma quando poi tutto ha inizio le sensazioni negative passano. E’ stato così a Uomini e Donne dove mi sono molto divertita e dove ho imparato cosa significa lavorare davanti alla macchina da presa. Anche partecipare ai concorsi di bellezza dove ho vinto Miss Pin-up e la selezione Lombardia per miss Universo qualche anno fa mi ha fatto crescere tanto”.

Il meglio, però, deve ancora… venire.

“I momenti forti saranno quelli che verranno, ho molti progetti su cui sto lavorando e collaborazioni da sviluppare; ma per scaramanzia meglio non parlarne troppo! Sono reduce da un’uscita su Playboy Italia, motivo di orgoglio e soddisfazione”.

Riavvolgiamo il nastro di questa straordinaria avventura sotto i riflettori.

I”l primo set non me lo ricordo ero piccola ed era una campagna per Petit Bateau! Ma posare per amici e compagni di scuola è sempre stato parte di me e l’avventura è iniziata così. Poi sono venuti cortometraggi e video musicali oltre ai social e alle pubblicità. Ogni tanto provo anche a mettermi dietro la macchina fotografica e vorrei partecipare con i miei scatti ai contest di GuruShoot”.

Sui social il tuo personaggio piace, eccome se piace.

“Chi non ha chiesto e dato un consiglio ad amici e parenti prima di comprare qualcosa o di scegliere le vacanze? Quello che cambia oggi è che possiamo farlo con una famiglia allargata potenziale di milioni di utenti e da questo potenziale è nata una professione. La domanda di fondo è: quante persone devi poter raggiungere per essere un Influencer? Penso di essere una influencer non quando guardo a quante persone mi seguono su Instagram ma quando vedo che i miei scatti vengono salvati migliaia di volte e centinaia di persone mi chiedono in direct consigli e informazioni”.

Lontana dai riflettori, che ragazza sei?

“Non penso di essere esibizionista nella vita quotidiana come sul set. Certo che mi capita di ricevere apprezzamenti anche da persone insospettabili e nei contesti più strani. Tuta e felpa per le situazioni più easy e vestitini che strizzano l’occhio al bon ton senza dimenticare che una donna deve avere sempre un che di sexy per la città. La sera rigorosamente tacchi e in spiaggia che il costume sia piccolo a sufficienza da non creare brutti segni all’abbronzatura”.

La moda è parte di te.

“Collezionare borse e fare gli occhi a cuoricino davanti alle vetrine dei negozi è considerato hobby? Perché per la moda e gli accessori ho una passione e sono in grado di raccontare praticamente tutto di ogni modello di Hermes, Chanel & co. Potrei quasi farne una professione!”.

Guardando le tue fotografie, non sfugge quella macchiolina che hai sul collo.

“Ecco quello che mi chiedono praticamente tutti, ogni volta che posto una foto! La macchia sul collo non è una voglia ma una piccola bruciatura che mi sono fatta da bambina. Ho pensato di farla togliere in passato; ma alla fine è qualcosa di unico che fa parte di me”.

Tu e il futuro: dove ti vedremo?

“Progetti molti, svariate collaborazioni per alcuni film anche se con parti minori e shooting per diversi cataloghi di moda e pubblicità. Sto ampliando i fotografi  con cui collaboro anche per avere sempre nuove idee e prospettive. Tra dieci anni mi vedo tante cose: un’attrice, una super business woman. Sarà il tempo a deciderlo”.

CONTATTI SOCIAL

Instagram: @poplarissa


Your Comments

0 Responses to Larissa Pop: Una vita sotto i riflettori



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000