Laura Adriani


    _laura_adriani

“Un musical a Broadway e poi posso morire”

Ha appena compiuto diciotto anni. E’ Miriam de “I Cesaroni”, la ragazzina che ha fatto breccia nel cuore di Rudy. Nonostante la giovane età, ha le idee chiarissime sulla vita e sul futuro. Conosciamola meglio attraverso questa originale intervista alfabetica

di Giulia Pascucci

Amicizia

“Per me è molto importante, ho due amiche del cuore che sono come due sorelle. Sono una persona che agli amici dà tantissimo, ma ho avuto molte delusioni, una questa estate, e ciò mi ha portato a ridimensionare i miei rapporti, soprattutto perché ho paura di soffrire nuovamente”

Bellezza

“Dò molta più importanza sia alla bellezza interiore che esteriore”.

 Casa

“E’ il sogno degli ultimi anni quello di avere una casa mia, di arredarla… la immagino tutta bianca e nera”.

Diciotto anni

“Li attendo da circa sette anni! Avrò molta più indipendenza, andrò a vivere da sola. Molti mi dicono che a diciotto anni non cambia niente, ma a me cambierà tutto. E voglio che tutti lo festeggino con me!”.

Emozione

“Sono una persona emotiva, mi faccio trasportare molto dalle emozioni”.

Fortuna

“Ne ho avuta tanta. Già nascere in una famiglia benestante, onesta, con dei valori è stato importante; ho avuto la fortuna di entrare in questo fantastico mondo, dove oltre alla bravura anche la fortuna gioca un ruolo essenziale”.

Gioia

“Sono momenti. Sono gioiosa, solare, mi piace rapportarmi con le persone, fare nuove conoscenze, la vita è una e ce la dobbiamo far bastare. Non bisogna essere tristi. Odio le persone con il muso sempre tristi e insoddisfatte”.

Harry Potter

“Ero molto piccola quando è uscito il primo libro e non me lo sono letto, ma mio fratello sì ed è stato lui a trasmettermi all’inizio questa passione. Ho visto tutti i film, ma ovviamente crescendo è scemato questo mito”.

Idolo

“Facendo l’attrice, ovviamente, i miei idoli sono attrici. Mi piace molto Julia Roberts, Audrey Hepburn, Romy Schneider, che ha fatto Sissi, il mio sogno è fare un film su Sissi. Lady Gaga mi piace soprattutto per le sue idee, che sono molto contemporanee, molto rivoluzionarie e sta smovendo la società grazie alla sua musica”.

Jolly

“La mia prima passione è la recitazione, come jolly ho il canto. Mi piace fin da quando ero piccola; quando mi voglio sfogare canto”.

 K.O.

“Ti mette ko essere delusa da qualcuno a cui hai dato tanto. E’ stata dura riprendermi, ridare fiducia alle persone. Mi mette ko essere tradita, in tutti i sensi. Mi mette ko anche vedere la delusione negli occhi dei miei genitori. Poi quello che dice la gente non mi tocca”.

Limite

“Non ci sono limiti. Niente è impossibile, se veramente vuoi qualcosa, prima o poi ci riesci”.

Miriam

“Mi ha cambiata, ho convissuto e convivo con lei, ed è bellissimo. Sul set Laura scompare. Inizialmente c’erano poche cose in comune tra noi due ma adesso Miriam si è presa degli aspetti di Laura e Laura si è presa degli aspetti di Miriam. Mi piace molto è tenace e sensibile allo stesso tempo”.

Obiettivi

“Quello principale è la ricerca della felicità, arrivare a cinquanta anni, guardarmi indietro e poter dire di essere soddisfatta. Se il mio sogno di attrice non dovesse avverarsi vorrei iscrivermi  alla facoltà di Giurisprudenza o di Medicina”.

Paura

“Ce l’avevo dei film horror, ma l’ho battuta. Questo periodo particolare della mia vita mi ha portato a non vedere film romantici, commedie, ma film horror, perché volevo battere le mie paure. Ho tanta paura di cadere e non riuscirmi a rialzare”.

Quinqueremi

“E’ la scuola dove mia madre insegna, dove io sono andata alla materna, alle elementari, dove sono cresciuta”.

Roma

“E’ la città più bella del mondo. Ci vivo da sempre, ma quando mi capita di uscire in centro e mi guarda intorno rimango sempre colpita, ovunque ti giri c’è qualcosa di maestoso. Il mio sogno, come penso quello di tutti, è avere un attico a Piazza di Spagna, così mi sveglierei ogni giorno con il sorriso”.

Stati Uniti

“Fino ai quindici anni erano la mia meta ambita. Anche adesso mi piacerebbe trasferirmi lì e fare una scuola di musical a New York e di recitazione a Los Angeles, ma solo perché purtroppo adesso il cinema italiano non è più come una volta. L’Italia era il paese del cinema, con grandi attori. Qui non riesco ad esprimere quello che vorrei, non mi sento soddisfatta. A me poi piace il teatro, avere un contatto con il pubblico, ma qui non si vive di teatro”.

Tempo

“Ce ne ho ancora tanto. Ma ho paura, non della morte, ma di non godermi il mio tempo, di lasciarmi qualcosa non fatto, ho paura di non realizzarmi. Non vedo l’ora di arrivare ai diciotto anni, ma mi fermerei lì”.

Uomini

“Non riesco ad aspettarmi nulla dagli uomini, pretendo poco, per mia esperienza non posso dargli fiducia. Questo è il mio giudizio per ora. Sbaglio poi a generalizzare perché non è sempre così; ne è un esempio mio padre che è un uomo fantastico e non tradisce. Anche le donne non sono sante, c’è sempre qualcuno che soffre ed un altro che fa soffrire”.

Viaggi

“Vorrei girarmi tutto il mondo. Mi piacerebbe fare un viaggio on the road con le mie amiche. Se potessi, prenderei un aereo ogni venerdì. Adesso il mio sogno è New York, l’ho sempre vista nei film e nei telefilm. Voglio vederla dal vivo!”.

Zingara

“Mi fa pensare a ‘Notre Dame de Paris’, quindi ai Musical, che sono una mia grande passione, e conseguentemente a Broadway. Dopo aver fatto un musical a Broadway potrei morire felice!”.

 

 

 


Your Comments

0 Responses to Laura Adriani



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000