Manola Tenti: Non chiamatela influencer (ma ha 250.000 follower!)


    manola_tenti-2

Su Instagram è diventata un vero personaggio di riferimento; dice quello che pensa e pubblica le sue immagini mozzafiato

Irriverente a tal punto da essere sempre controcorrente. Libera da ogni barriera e conformismo, un autentico personaggio che dice quello che pensa e pensa quello che ritiene giusto. La sua forza sta tutta qui. Manola Tenti su Instagram è un autentico personaggio di riferimento. Oltre 250.000 followers la seguono, la spiano e la commentano ogni giorno. Eppure, lei non si reputa influencer. Men che meno “fashion blogger”, perché verso quella categoria non nutre propriamente stima. Lei è lei. Diversa da tutte le altre. Una ragazza di 35 anni con un fisico da urlo, curve giusto al posto giusto e un’attività quotidiana che la vede impegnatissima in quel di Arezzo, dove è titolare del negozio “B21” in cui vende vestiti e dispensa pillole di moda. Ormai da anni vive fra set, consolle nei locali più belli d’Italia, servizi fotografici per brand rigorosamente selezionati. Il il rouge è il suo desiderio di provocare. Con uno sguardo, un outfit o più semplicemente con una frase. Anche se lei non si vede perfetta, un po’ come accade a tutte le donne, il suo corpo è un’opera da guardare. Manola Tenti sa sempre come stupire. Un anti-conformismo che spazia dalla moda alla fotografia arrivando alla vita quotidiana. È così che con una semplice foto “parla” ad oltre 250.000 follower, lo straordinario numero a cui oggi è arrivata. E che, naturalmente, non vede l’ora di superare.

Come sei riuscita in questa scalata di follower?

“Semplicemente, io sono stata me stessa. Ho pubblicato foto che mi ritraggono libera da condizionamenti e scrivo ciò che pensa. Ecco perché la gente ha iniziato a seguirmi”.

Il tuo fisico che ruolo ha avuto?

“Naturalmente ho giocato col mio corpo, avendo una fisicità diversa da quella classica e stereotipata delle altre ragazze. Sono alta 1,80 metri, ho una quinta di seno, porto una taglia 44. E ho più pelle coperta da tatuaggi di quella ancora libera. Insomma, sono diversa già a primo impatto”.

Ma anche per come ti poni verso il mondo dello spettacolo.

“Non sono mai entrata in tv, anche quando ne ho avuto la possibilità. Ho scelto di non omologarmi ad un format che è per tutte uguale”.

Anzi, la tua quotidianità è legata al mondo imprenditoriale.

“Sono abituata a darmi da fare. Sto portando avanti, con altri tre soci, un progetto mediatico che unirà social network, smartphone e web tv. Sarà un modo nuovo per restare sempre connessi ai personaggi che più ci interessano”.

Tu su Instagram: di cosa vuoi parlare alla tua sterminata platea?

“Vorrei che passasse il messaggio della persona positiva che sono, della ragazza libera da ogni schema e giudizio. Ecco, vorrei che al mondo ci fosse più libertà: vivremmo tutti meglio, più felici”.

In cosa consiste la tua libertà?

“Nel mio privato la risposta è semplice: non ho pregiudizi, non ho barriere, mi piace essere curiosa e conoscere ogni novità. Ma nel quotidiano questo schema mentale si ripete in ogni situazione che affronto: scelgo col mio cervello, evito di essere una delle tante”.

Sui social il tuo successo è crescente.

“I numeri sono straordinari. E posso dire che è… tutto vero. Non ho mai giocato sporco per crescere di followers, per cui sono ancor più orgogliosa del risultato ottenuto. Mi sono sempre e solo messa in gioco per quella che sono: anticonformista, naturale, senza ipocrisie. Il segreto del mio successo sta tutto qui. E poi, volete sapere la verità?”.

Che sarebbe?

“Tutti mi guardano, ma solo una parte mi segue. Per qualcuno schiacciare un like può essere compromettente. Ed allora, ho tanti che guardano senza esporsi in pubblico. Buon per loro, io resto dell’idea che tutti i risultati raggiunti sono merito mio e di nessun altro”.

In compenso, le aziende ti cercano.

“È vero, anche recentemente ho avviato una collaborazione con un’azienda che produce oggetti in legno. Ma non corro dietro a chiunque mi contatti: selezionare vuol dire mantenere un alto profilo”.

Forse per questo sei molto diversa dalle influencer.

“Io non le giudico, semplicemente non mi reputo tale e non ne faccio parte. Se penso alle influencer, mi vengono in mente le ragazze che fanno foto con decine di magliette nel tentativo di far acquistare quella marca al grande pubblico. Ecco, io sui social non vendo altro se non la mia immagine”.

E poi…

“E poi ho un giudizio molto netto sulle influencer: ne esiste solo una che si chiama Chiara Ferragni. Le altre sono solo copie”.

Che rapporto hai col tuo corpo?

“Conflittuale, come ogni donna al mondo. Non mi vedo bellissima, ma penso si possa giocare con altre carte per apparire seducente e affascinante”.

Contatto social

https://www.instagram.com/manola1982/


Your Comments

0 Responses to Manola Tenti: Non chiamatela influencer (ma ha 250.000 follower!)



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000