Marco Ricciutelli: “Andare in tv è sempre stato il mio sogno”


    marco-ricciutelli-1

Fin da bambino aveva il pallino del fisico scolpito e della tv. Oggi i primi successi in tutto. Marco Ricciutelli è nato il 4 novembre del 1978 nella provincia di Milano. E’ un uomo possente e tanto desiderato, che nella vita ha fatto un bel po’ di interessanti esperienze. Per non parlare dell’amore, in quanto ci vorrebbe un’enciclopedia a parte.

di Silvia Giansanti

Facciamolo dunque conoscere al mondo e non lasciamolo assolutamente chiuso nella sua cameretta. Sarebbe un peccato.

Marco, cosa succedeva nella tua testa da bambino?

“Fin dalle elementari ricordo che prendevo in mano la rivista ‘Flex’, il cui nome derivava da uno dei più grandi bodybuilder dei tempi che era Flex Wheeler. Tramite le riviste mi innamoravo di questi fisici statuari e mi incuriosiva sapere come si potesse diventare in quel modo”.

Ci sono stati risvolti?

“In quei tempi ho iniziato a fare degli esercizi casalinghi, per poi arrivare ad avere una chance all’età di quattordici anni, quando mio fratello maggiore si era iscritto in palestra. Dopo una settimana aveva già mollato, chiedendo se potevo subentrare io al suo posto, tramite firma e approvazione del genitore. Mio padre mi ha portato così sotto la sua responsabilità, cominciando l’attività in palestra. Da quel momento non ho più smesso”.

E poi?

“Finite le scuole medie sono andato a lavorare, facendo svariate cose, dal metalmeccanico all’autista di pullman, fino ad arrivare al noleggio con conducente. A venticinque anni ho frequentato le scuole serali, conseguendo il sospirato diploma di geometra, impegnandomi successivamente in un corso universitario a livello grafico allo IED di Milano”.

Iperattivo dunque. Hai mai pensato di trasferirti all’estero?

“Dopo una storia d’amore durata dieci anni e terminata a trentaquattro, ho preso ‘baracca e burattini’ e sono andato in Australia restandoci per ben cinque anni. Da una semplice esperienza si era trasformata in una voglia esagerata di rimanere in quel bellissimo posto. Lì ho continuato a studiare, conseguendo un diploma in business e prendendo svariati certificati. In Australia sono diventato un bodybuilder molto attento all’alimentazione, alle ore di sonno e all’allenamento. Il mio fisico nel frattempo cambiato, mi ha permesso così di vincere nel 2016 un titolo australiano molto ambito, il ‘Queensland Champions Title’”.

Cosa ti ha portato questo titolo?

“Mi ha permesso nel corso della mia carriera, nell’ambito del Fitness Industry, di fare apparizioni come modello e photoshooting di marche o sponsorizzare qualche prodotto a livello di proteine, aminoacidi e quant’altro”.

Un piede dentro il mondo dello spettacolo.

“Sono riuscito ad entrare in questo ambito prendendo parte a ‘Uomini e Donne’. Credo che sia una ruota che gira. Se non avessi intrapreso la carriera da bodybuilder, probabilmente con un fisico diverso non sarei andato da nessuna parte. Apparire in tv era un altro dei miei sogni da bambino”.

Cosa c’è nel presente?

“Attualmente sto studiando per diventare steward o assistente di volo per una grossa compagnia irlandese. Spero di iniziare questa carriera che mi entusiasma parecchio. A livello di palestra sto seguendo alcune persone che vogliono fare gare di body building e fitness model. Anche a livello di coach ho i miei successi”.


Your Comments

0 Responses to Marco Ricciutelli: “Andare in tv è sempre stato il mio sogno”



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000