Massimiliano Rosi: Professione trasformista


    massimiliano rodi 1

Vive impersonando le grandi figure del cinema e dello spettacolo e nel corso della sua carriera artistica è riuscito a cambiare più volte pelle, ottenendo sempre un grande successo

di Danilo D’Amico

E’ reduce da una fortunata partecipazione ad una famosa rassegna dedicata al mondo dei fumetti e attualmente è possibile vederlo ogni giorno sul piccolo schermo su Italia 1. Stiamo parlando di Massimiliano Rodi, ma in molti lo conoscono come Jack Sparrow. Eppure, come vedremo nel corso dell’intervista, la sua natura da camaleonte lo porta spesso a cambiare pelle riuscendo, come per magia, a cambiare perfettamente identità.
Signor Rodi, partiamo dal suo ultimo personaggio: chi è e perché la scelta di rappresentarlo.
“Si chiama Tonto ed è l’ultimo personaggio interpretato da Johnny Depp nel film ‘The Lone Ranger’. Ho ritenuto opportuno cambiare perché rischiavo di interpretare controvoglia il personaggio di Jack Sparrow dopo un periodo molto lungo di serate e rappresentazioni in giro per l’Italia. Jack Sparrow è una icona, ma il Tonto è veramente particolare e mi piace molto. Con l’indiano condivido il carattere solitario perché nella vita di tutti i giorni anche io sono così. Non sono asociale, ma non amo stare in mezzo alla confusione. E’ paradossale perché per lavoro mi ritrovo spesso in mezzo a tante persone. Magari, però, dopo aver lavorato una sera, il giorno dopo preferisco riposarmi stando con il mio gatto a casa. Non è facile trasformarmi, con Jack Sparrow era tutto automatico, mentre la ricostruzione del grande guerriero indiano richiede quattro ore di lavorazione”.
Un suo giudizio sul film “The Lone Ranger” e sulla storia.
“Il film va visto, è molto particolare. Non ha fatto un gran successo, ma personalmente l’ho trovato molto gradevole. A tanti altri pure, ad altri stranamente meno. Il Tonto è un personaggio che termina la propria storia con questo film, invece la saga di Jack Sparrow prosegue e presto arriverà il quinto capitolo. La differenza principale, forse, è proprio questa”.
Quali sono le novità in cantiere?
“Sto collaborando con Enzo Salvi sulle candid camera che stanno andando in onda su Italia 1. Il programma si chiama ‘Si salvi chi può’. Potete vederlo tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 15.25. Le puntate sono state girate in tutta Italia, le mie scene al famoso parco giochi di Valmontone. Presto andrò in Umbria con un’altra ‘creatura’ di Jhonny Depp, Willy Wonka. Mi è stato chiesto di portarlo in scena e ora sto lavorando per cercare di riprodurlo il più fedelmente possibile. Sono molto contento anche perché i miei personaggi piacciono molto ai bambini e riesco a dargli piccoli momenti di felicità, inoltre mi chiamano spesso per eventi di solidarietà facendomi sentire anche utile alla collettività”.
Ci racconti della sua esperienza al Romics.
“Quest’anno la mia partecipazione è stata di forte impatto perché sono stato l’unico a portare in risalto El Tonto. Quando parliamo del Romics parliamo di migliaia e migliaia di persone, non certo di qualche centinaio. Siamo quindi davanti ad un grande evento. Non conosco i dati di quest’ultima edizione, mi sembra che nel 2012 parteciparono 13mila persone. Secondo me quest’anno è stato fatto il record. E’ stato anche molto seguito mediaticamente e sono finito sulle pagine di un quotidiano importante come Il Messaggero per la terza volta nel giro di sei mesi. La sera prima avevo interpretato Jack Sparrow a Rieti, facendo il giudice di gara in una competizione di pasticceria molto carina e con poche ore di sonno mi sono svegliato prestissimo improvvisando senza neanche prove di trucco”.
Il rapporto con La Web Tv e l’editore Fabrizio Di Stefano come è nato e cosa vuol dire per lei?
“La collaborazione con Fabrizio è nata in maniera spontanea, da una simpatia a pelle. E’ una persona estremamente gentile ed educata. Quando mi chiama cerco sempre di rendermi disponibile perché comprendo la sua buona volontà. Il sito è molto seguito. Per quello che riesco a comprendere LaWebTv è il futuro. Anche lo spettacolo InOnda che è andato in scena alle Terme Sabine ha riscosso un grande successo. Ho avuto modo di constatarlo con il riscontro della mia intervista. Ho visto un bel gruppo dietro le quinte, spero che sia così anche nel lavoro di tutti i giorni. Almeno ho percepito questo e mi sono molto affezionato alla WebTv. Colgo l’occasione per salutare tutto lo staff”.


Your Comments

0 Responses to Massimiliano Rosi: Professione trasformista



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000