Nicola Coletta: Dalla moda al set


    Nicola 2 (2)

Un ragazzo fermo, deciso, determinato e con una grande passione per il mondo dello spettacolo. 23 anni, originario di Giugliano in Campania, giovane modello e attore napoletano, sta scalando rapidamente le vette del successo rimanendo sempre con i piedi a terra e con la testa sulle spalle

di Cristiano D’Addio

Questi i suoi connotati: capelli castani, alto 1,88, taglia 46/48, un ottimo portamento, un bel viso, tanta professionalità, ma, quello che conta di più, un ragazzo ben educato, serio e galante. E’ sicuramente tra i modelli più richiesti e sta iniziando anche a fare delle piccole esperienze nel mondo del cinema e delle fiction. Una strada tutta in ascesa.

Come comincia il tuo percorso nella moda?

“La moda  è sempre stata la mia passione, fin da bambino, ricordo che sfogliavo cataloghi, guardavo le sfilate in tv mi incantavo, sognavo di diventare protagonista di quel mondo. Ho iniziato a lavorare all’età di 17anni, con varie esperienze. Ho mosso i primi passi tra shooting, concorsi e varie sfilate. Poi ho posato per vari cataloghi, fino ad essere testimonial di molti brand importanti e prestigiosi a livello nazionale e internazionale”.

Pur giovanissimo hai già un ottimo curriculum…

“Sì, è vero, vanto numerose esperienze nel mondo del fashion e del cinema, sfilate in tanti Expo e concorsi, shooting, spot pubblicitari, video musicali e apparizioni in film come ‘Effetti indesiderati’, prodotto da Easycinema, per la regia Claudio Insegno con Biagio Izzo, ‘Il ricordo di una lacrima’, sono stato il Testimonial del Pompei Cinema Festival ed ho premiato tanti mostri sacri dello spettacolo come Liliana de Curtis, Renato Scarpa, Giacomo Rizzo, Corrado Taranto, Alessandro Cecchi Paone, Alvaro Vitali e tante Autorità come il Console Americano, il Console Francese ed il capitano Vince Starks, medico del presidente degli Usa, Obama. Devo ringraziare Alfonso Somma, della Moda Gold, agenzia specializzata in cinema, moda, spettacoli ed eventi, che mi sta consigliando e supportando”.

Le ultime esperienze che ricordi con piacere?

“Sono da un paio di anni il testimonial dello spot ufficiale della kermesse ‘Ti Sposo’, sto sfilando in tante manifestazioni ed eventi specializzati, sto facendo campagne pubblicitarie, cataloghi, calendari, scatti artistici, piccoli ruoli in fiction e film”.

Che caratteristiche deve avere un ragazzo per intraprendere la carriera di modello?

“Oltre alla bellezza ci vogliono altre qualità: determinazione, serietà, professionalità, disciplina, ma anche umiltà, semplicità ed educazione. Oggi ci sono superficialità e improvvisazione, bisogna studiare, io ho fatto un corso di portamento, poi mi sono specializzato nella posa fotografica, e, lavoro dopo lavoro, cerco di perfezionarmi sempre di più per comunicare qualcosa”.

Come ti descriveresti?

“Bella domanda! Come tutti ho pregi e difetti. Partendo dai difetti sono abbastanza impulsivo, lunatico e rompiscatole, voglio essere preciso su tutto. Invece, per i pregi, sono solare, sensibile, altruista, curioso, determinato, schietto, amo strappare sorrisi e aiutare chi ne ha bisogno”.

I tuoi hobby?

“Quando sono libero, mi piace fare lunghe passeggiate, stare con amici fidati, leggere, andare in palestra, nuotare e, appena possibile, viaggiare”.

Dalla moda al cinema?

“Per ora conciliamo tutti e due i settori. Tutto è nato dal Pompei Cinema Festival, alla serata c’erano vari registi e produttori come ospiti, che mi invitarono a fare alcuni casting, ora studiando alla Action Academy a Roma, accademia italiana in cui si incontrano formazione per TV, Fiction e Cinema, fondata e diretta da Nando Moscariello in collaborazione con Maria Grazia Cucinotta. Sono al secondo anno, mi sta piacendo molto questa nuova esperienza, abbiamo dei docenti eccezionali, ho avuto la possibilità di partecipare a ‘L’Onore e il Rispetto 5’ e a ‘Il bello delle donne’ qualche anno dopo, inoltre ho girato un bel corto, è dura, ma sono carico e felice delle mie scelte. I set, anche alle prime esperienze, sono bombe di emozioni, si respira un’aria forte, magica, si forma una grossa squadra, sul set lavorano tante persone, e non è roba da poco”.

Sei attivo e seguito sui social network, ti reputi un fashion influencer?

“No, non esageriamo, mi fa piacere essere seguito, grazie al pubblico e ai fan noi esistiamo. Infatti, ogni loro commento, ogni loro gesto, per me è segno di affetto, di appoggio e sono veramente felice di rispondere e condividere con loro tutti i miei momenti. Ho un mio profilo, privato e pubblico, Facebook e sono molto attivo su Instagram”.


Your Comments

0 Responses to Nicola Coletta: Dalla moda al set



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000