10/26/2020
HomeCulturaTempo di vacanza: I libri che non devono mancare in valigia

Tempo di vacanza: I libri che non devono mancare in valigia

di Mara Fux –

Seppure ancora un po’ perplessi dalle tante novità che i decreti ministeriali impongono alle nostre vacanze, l’estate e il cosiddetto “meritato riposo” sono finalmente arrivati quindi: quale migliore occasione della pausa estiva per viaggiare con la fantasia tra le pagine di un libro?
Nel vastissimo panorama della lettura abbiamo individuato alcuni titoli che possano soddisfare per qualità e scorrevolezza un po’ tutti stimolando magari i più appassionati al relax, ad abbandonare per qualche minuto il bagnasciuga per entrare in libreria ed aiutare col proprio acquisto un settore che con fermezza è riuscito ad ottenere sul colosso rappresentato da Amazon una grande vittoria, ovvero che la scontistica proposta non possa essere superiore al 5%, il medesimo sconto concesso ai negozi.
Novità assoluta è senza dubbio L’ULTIMA STORIA di John Grisham, uscito ai primi dello scorso giugno con Mondadori, in cui mondo legale e politico tornano ad avvilupparsi in una trama da cui evince chiaramente come “eserciti di lobbisti hanno per sola missione far passare leggi favorevoli a chi li paga”. Un thriller che punta il dito sulla corruzione approfittando stavolta di una calamità, un uragano di proporzioni allarmanti che sta per abbattersi sulla Florida. Dolorose tragedie e grandi passioni, atti di eroismo e orribili tradimenti perpetrati nel cuore della guerra franco-indiana tessono la trama de IL FUOCO DELLA VENDETTA di Wilburn Smith, pubblicato lo scorso marzo da HarperCollinsItalia, dove l’autore riprende in mano le redini della famiglia Courtney nello specifico dei fratelli Theo e Constance, nati e cresciuti in India a Madras, anno domini 1754. Per gli amanti della saga storica suggeriamo I LEONI DI SICILIA di Stefania Auci pubblicato da NordEditore, un titolo che già dalla scorsa estate fa parlare di sè attraverso le vicissitudini della famiglia Florio che, sbarcata nel 1799 a Palermo da Bagnara Calabra, attraverso l’impegno e il sacrificio dei due fratelli Ignazio e Paolo, costruisce il proprio impero economico partendo da una semplice bottega di spezie. Biografico per cui assolutamente attendibile nella narrazione di episodi pittoreschi e anche alquanto divertenti è LUCIA BOSE’ pubblicato da EdizioniSabinae, il romanzo con cui Roberto Liberatori svela i pensieri e il percorso artistico di una delle più grandi attrici nel XX secolo, scomparsa di recente in Spagna: l’amore col torero Dominguin, il successo del primogenito Miguel sono tasselli che si intrecciano con fughe dai paparazzi assieme al fidanzato Walter Chiari e bizzarre cene assieme a Picasso, Hamingway, Cocteau. Nel proseguire con romanzi che contengano quel non so che di biografico ed il cui risultato sia un testo intrigante, scorrevole ed emozionante, vi suggeriamo MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI- Storia mia e di mio fratello Giovanni, che ha un cromosoma in più edito nel 2018 da Einaudi e firmato dal giovanissimo Giacomo Mazzariol che con delicatezza racconta come proprio “quel cromosoma in più” sia il valore aggiunto alla vita del fratello, e TUTTA COLPA DI MARIA!!! di Mara Fux, pubblicato da Prospettiva Editrice nel 2019, in cui il tema delle origini e della famiglia raccontata con delicatezza nella sua nudità, diventano protagonisti di una vicenda appassionante e talmente attuale da risvegliare inevitabilmente profonde emozioni. Spaccati di vite distrutte dalla tossicodipendenza e il gran dolore di chi quella distruzione l’ha vissuta assieme a loro, è invece la trama di IN TRINCEA PER AMORE- Storie di famiglie nell’inferno delle droghe pubblicato a gennaio dalle Edizioni Paoline, ultimo libro di Angela Iantosca, scrittrice e autrice contemporanea già autrice di testi come “Bambini a metà” o “Donne in trincea” che non lesina il confronto con realtà drammatiche ma purtroppo di incredibile attualità. Le storie testimoniate sono il cuore del libro nel quale non mancano però i dati sulla tossicodipendenza e gli approfondimenti di medici, psicoterapeuti, psicologi nonché quelli di chi ha vissuto la droga, ne è uscito e ha deciso di restituire il dono del ritorno alla vita, con la creazione di associazioni di riferimento per i familiari. A questo punto non resta che salutarvi ricordandovi anche che leggere non è solo un modo per passare il tempo ma è anche una fonte inesauribile di accrescimento della propria anima. Di qualunque lettura si tratti.

Condividi Su:
POST TAGS:
Friuli Venezia Giuli
Resistere per il tea

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO