Paola Maugeri: “La cucina vegana è rock”


    COP_maugeri_paola_las_vegans.indd

Formidabile il titolo “Las Vegans” e il modo di dare alcuni preziosi consigli, cercando di correggere il più possibile le nostre cattive abitudini alimentari. Così Paola Maugeri ha deciso di pubblicare un libro che contiene anche ricche ricette

di Silvia Giansanti

“I o non faccio eccezioni, non mangio animali, non esistono eccezioni nell’amicizia. Dedico questo libro alla sensibilità dei tacchini, all’istinto materno delle scrofe, alla gentilezza delle mucche e all’istinto vigile dei pesci”. Quella della nota conduttrice e giornalista Paola Maugeri è una scelta di vita che risale alla fase dell’adolescenza in cui per amore degli animali, ha iniziato a rifiutare il consumo di carne. Non a caso è sempre brillante, scattante e senza più un raffreddore grazie ad una corretta alimenazione e non solo. Provare per credere. L’idea di scrivere un libro è nata per dimostrare che mangiare vegano è sano, gustoso e senza crudeltà verso gli animali della terra. E poi secondo Wikipaola (soprannominata così per la sua cultura musicale), la cucina vegana è profondamente rock, giusto per collegarci alla sua passione d’origine appunto per la musica. La storica vj di MTV consiglia a tutti di fare la giusta rivoluzione in cucina, sfornando leccornie.
Andando indietro, com’è nata la passione per la figura di presentatrice?
“Innanzitutto è nata una forte passione per la musica che mi ha portato a fare questo mestiere. Fin da piccola a casa, tramite mio padre, ascoltavo musica jazz e classica e in un certo senso ho affinato l’orecchio”
Sappiamo che hai una vasta cultura musicale. Qual è il personaggio che ultimamente ci ha lasciato che ti manca di più?
“Sicuramente Lou Reed”.
Dalla musica all’alimentazione. Prima di divenire vegetariana, com’era composta la tua dieta?
“Sono diventata vegetariana molto presto a dodici anni. Non tocco bistecca da una vita. Ho sempre privilegiato frutta, verdura e cereali”.
Il motivo di questa scelta è stata una questione di gusto o di salute?
“Prima di tutto amore per gli animali, visto che ho iniziato da piccola a rifiutare di mangiarli. Non l’ho mai concepito e questo mi ha fatto divenire dapprima vegetariana e poi, negli anni a seguire, anche vegana”.
Hai sempre tratto benefici da tutto ciò a livello di salute?
“Se non avessi tratto dei benefici, sarei stata un’incosciente da una vita. Non ho mai né bevuto e né fumato e questo ha inciso molto. Non dimentichiamoci che ad un certo punto la vita presenta il conto. Ho cresciuto con cultura vegetariana anche un figlio e sta benone. Ci ammaliamo molto raramente”.
E’ vero quindi secondo recenti studi che carne e medicine vadano di pari passo?
“Decisamente di pari passo. Non mangio carne da trentadue anni, così come non tocco i medicinali da parecchio tempo”.
Neanche un mal di testa?
“Togliendo latte e latticini, non ho un’emicrania da una vita”.
Quindi anche i bambini possono avere riscontri positivi?
“Certamente. Si possono nutrire con frutta, cereali integrali, tofu, verdure e alghe”.
Ti sei mai trovata a tavola con persone scettiche che hanno messo in dubbio queste tesi?
“E’ una vita che ormai tutti mettono in dubbio quello che penso e come mi nutro, ma visto che il mio libro è andato in pole position, vuol dire che le cose finalmente stanno cambiando”.
Parliamo di “Las Vegans”. Da dove deriva la scelta del titolo?
“E’ un titolo molto divertente che ha lo scopo di unire le mie due passioni, quella per la musica e l’alimentazione. Parafrasando così un pezzo di Elvis Presley ‘W Las Vegas’, è diventato ‘Las Vegans’. Sono molto soddisfatta di averlo potuto realizzare”.
Cosa si può trovare all’interno del libro?
“Si possono trovare tantissime ricette molto buone, gustose, sfiziose e semplici. Adoro inventare e questo libro funge anche da manuale di consapevolezza alimentare”.
Secondo te quando ci si orienterà verso questo tipo di sana alimentazione? Quando cambierà la mentalità, lasciandoci alle spalle antiche convinzioni?
“La mentalità già sta cambiando, basti pensare che ci sono alcune proiezioni secondo le quali nel 2050 metà della popolazione italiana sarà vegana”.
Perché allora i dottori si ostinano a consigliare di mangiare tanta carne?
“Perché è un modo di pensare vecchio basato su studi superati e perché in questo modo l’industria farmaceutica può continuare a vivere. Con un Paese in salute non ci sono interessi. Inoltre, non dimentichiamoci che i medici non studiano nutrizione all’università. C’è molta ignoranza in merito. E’ vero che l’alimentazione vegetariana risale ai tempi di Pitagora, ma un certo tipo di cultura diversa è diventata purtroppo imperante”.
Quindi la convinzione che la carne faccia bene è ferma ai secoli scorsi.
“Quando  le persone all’epoca morivano di cattiva nutrizione, allora si faceva ricorso ad un po’carne, a differenza di oggi dove invece se ne abusa”.
Come si può convincere oggi una persona di vecchia generazione?
“Ricordare loro che parecchio tempo fa la carne era mangiata una volta a settimana e non spesso. Se non hanno voglia di cambiare, non lo capiranno. Mio padre ad esempio ce l’ha fatta, è ultraottantenne e mangia vegano e sta benissimo!”.
Hai a portata di mano una ricetta veloce per i nostri lettori?
“Lasagne con besciamella di soia agli asparagi. Bisogna seguire il procedimento tradizionale delle lasagne, sostituendo il latte normale con quello di soia o d’avena e che la pasta sia integrale senza uova”.
Non posso in ultimo non chiederti se hai progetti per l’estate.
“Tantissimi dj set rock e tanta promozione per il libro, che penso durerà ancora per un anno”.

CHI E’ PAOLA MAUGERI

Paola Maugeri è nata a Roma il 4 marzo del ’71 sotto il segno dei Pesci. Caratterialmente è determinata. Non ha nessuna squadra del cuore, adora la pasta con il ragù di seitan e ha come hobby la lettura e l’ascolto della musica. Al momento possiede un cane, un gatto e un fidanzato. Abita a Milano e le piacerebbe vivere a Buenos Aires. L’anno fortunato della sua vita è stato il 2007, l’anno in cui è nato suo figlio. Da sempre vera amante della buona musica, nel 1993 ha esordito su Videomusic, realizzando un’infinità di interviste e conducendo programmi di successo. Nel 1995 ha condotto la versione televisiva per Rai Uno di “105 Night Express” e le successive quattro stagioni su Italia 1. Sempre per quest’ultima rete ha presentato nel’96 “Jammin”. Ha al suo attivo anche due edizioni del Concerto del Primo Maggio a Roma. Nel 2001 è passata a MTV e dal 2006 per La 7 ha condotto un programma per il cinema indipendente italiano. Nel 2007 è stata presente per due stagioni nel programma tv “Scalo 76”. Ora è su Virgin Radio e da molto tempo è appassionata di questioni ambientali ed è contro lo sfruttamento degli animali. Finora ha pubblicato due opere: “La mia vita a impatto zero” e “Las Vegans”.


Your Comments

0 Responses to Paola Maugeri: “La cucina vegana è rock”



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

s

Cerca

Categorie

Archivio Giornali PDF


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000