08/14/2022
HomeFashionGaia on top: Moglie, mamma e… “milf nazionale”

Gaia on top: Moglie, mamma e… “milf nazionale”

di Luca Dell’Oro –

Un marito di cui è follemente innamorata, una figlia adorata e adorabile, una splendida casa da curare, due lauree di cui una in Economia e l’altra appena presa in Psicologia. Raccontata così, potrebbe sembrare la storia di una donna come tante. Invece Gaia – per il popolo del web semplicemente Gaia on Top – quantomeno per la professione che svolge, certamente spicca dalla massa. Dopo anni vissuti in Italia, da qualche tempo si è trasferita in Spagna ed ha iniziato a creare contenuti per adulti. Intriganti e piccanti. I suoi video sono diventati il suo lavoro, portato avanti proprio insieme a suo marito. Produzioni home-made che, a livello di visualizzazioni, raccontano numeri da capogiro. Gaia on Top ha superato gli 11 milioni di views su Pornhub e ha raggiunto una posizione in classifica vicina alle pornostar più importanti del pianeta. La sua forza sta tutta nella genuinità e nella voglia di sperimentare. I suoi followers l’hanno ribattezzata “La zia hot d’Italia”, il concept di milf ha fatto il resto nel farla conoscere al grande pubblico. “Diciamolo: la mia carta d’identità dimostra che non sono più una ragazzina…” scherza Gaia, origini venete, ormai stabilmente trasferitasi in Spagna, innamorata delle temperature bollenti. In tutti i sensi…

Perché hai scelto di lanciarti nel mondo dell’hard?

“Perché adoro sperimentare, perché non ho mai visto il sesso come un tabù ma come un normale argomento di discussione. Ho iniziato parlando di argomenti piccanti, sfidando l’ipocrisia e i silenzi che ancor oggi pervadono questo settore. E poi, mi sono spinta un po’ più in là”.

Alla faccia della carta d’identità!

“All’inizio pensavo fosse un limite, poi ho scoperto che avere una certa età poteva trasformarsi in un vantaggio. Oggi voglio essere la milf che ogni uomo sogna di avere in casa con sé. Sono donna, mamma, donna, imprenditrice, icona hard. Insomma, mi do da fare”.

Di recente sei diventate anche un caso “nazionale”, con una intervista al programma radiofonico La Zanzara.

“Per me il porno è lavoro, è hobby, è passione, è espressione. Ne adoro ogni forma, voglio e devo provare tutto. Ecco, questo mio pensiero non ho avuto problemi a dirlo in radio. È fondamentale essere sé stessi, io lo sono sempre stata. Ho iniziato questa mia avventura col mio compagno di vita, insieme abbiamo mosso ogni passo. Trasparenza e libertà vengono prima di ogni altro valore”.

Gaia on top oggi è un brand, e di conseguenza anche una azienda. 

“Un’azienda di cui io, che sono corpo e immagine, controllo ogni minimo dettaglio! Troppe content creator per adulti delegano la costruzione dei loro personaggio ad altri, dimenticandosi che stanno mettendo in gioco la loro immagine. Nel mio caso, anzi nel nostro caso, con il mio partner abbiamo deciso di seguire tutto in modo diretto. Mio marito si occupa di montare i nostri video, ma il resto del lavoro lo gestisco io. Sono come uno chef… voglio assaggiare tutti i piatti prima che vadano in tavola! Voglio essere io ad avere l’ultima parola”. 

E sei tu che ti impegni a soddisfare i gusti del pubblico.

“Assolutamente sì! Con i miei fans ho un rapporto diretto su Onlyfans, uno spazio speciale dove posso mettermi in gioco… senza filtri e senza veli! Mi sto dedicando full time a questo progetto per offrire sempre contenuti speciali: è questo il compito di una content creator, il mio ruolo di milf italiana voglio guadagnarmelo sul campo”.

Un ruolo, questo, che è nell’immaginario di molti giovani.

“Adoro curare la mia immagine e conquistare la testa degli altri. Le persone devono attrarmi intellettualmente, trovo che i ragazzi di oggi siano più brillanti, intelligenti ed aperti degli over 45. Hanno tante esperienze, hanno meno pregiudizi, ti rispettano come donna indipendente. Insomma, sono felice di essere la loro milf”.

CONTATTI SOCIAL

https://www.instagram.com/gaiaontop_official/

www.gaiaontop.com

Condividi Su:
POST TAGS:
Oncologia integrata:
Rosa Criscuolo: Info

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO