07/09/2020
HomeSpettacoloAlessandro Fella: “In questo momento il lavoro è la mia fidanzata”

Alessandro Fella: “In questo momento il lavoro è la mia fidanzata”

A differenza del personaggio che interpreta, ha la laurea in tasca. Stiamo parlando dell’attore Alessandro Fella che nella soap pomeridiana “Il Paradiso delle signore” veste i panni di Federico, un giovane inquieto che segue il sogno dei genitori di vederlo laureato nonostante la sua passione sia invece la scrittura. In questa nuova stagione, Federico si trova a scontrarsi con la dura realtà e dopo essere partito militare alcuni avvenimenti lo costringeranno a tornare.

di Giulia Bertollini

In questa chiacchierata, oltre a raccontarci delle difficoltà che ha dovuto superare per diventare attore, Alessandro ci ha svelato qualcosa sul suo rapporto con la famiglia.

Alessandro, parlaci del  tuo personaggio.

“Federico parte per il servizio militare ma per alcune circostanze particolari sarà costretto a tornare. Ci saranno degli avvenimenti inaspettati che cambieranno il suo rapporto con gli altri. Federico acquisterà maggiore importanza e rappresenterà un importante punto di snodo per gli altri personaggi. Verrà messo alla prova e rispetto alla scorsa stagione avrà un duro impatto con la realtà”.

Ti somiglia Federico?

“Provengo da una famiglia umile e in casa non ho respirato l’arte. Federico mi somiglia perché ha deciso di fare della sua passione un lavoro. Ho voluto fare l’attore e vivo di questo mestiere. A differenza sua però, anche per rispetto ai miei genitori che hanno sempre dovuto sostenere delle spese per farmi studiare, mi sono laureato. Abbiamo molti punti in comune ma mentre Federico è arrivato alla sincerità seguendo altre strade io lo sono stato sin da subito”.

Interpretare questo personaggio in che modo ti ha cambiato nella vita di tutti i giorni?

“Confesso questa cosa. Io all’inizio avevo sostenuto il provino per interpretare Riccardo. Al secondo provino, mi hanno messo una scena di un nuovo personaggio, Federico. Nonostante la poca presenza iniziale, questo personaggio ha poi attirato il gradimento del pubblico tanto che in questa nuova stagione Federico sarà centrale. Nella vita quotidiana mi trovo adesso ad interfacciarmi con ambienti che non ero abituato a frequentare. In giro purtroppo c’è tanto fumo. Non mi sento molto a mio agio in determinati contesti soprattutto quando hai a che fare con persone che sai che non hanno fatto la stessa tua gavetta per essere lì. Le mele marce poi ci sono in tutti gli ambienti”.

Che rapporto hai con la popolarità?

“Ho un rapporto molto positivo con il pubblico. Una volta mi è capitato che mentre ero sul treno una persona mi ha contattato sui social dicendomi di avermi visto. Ero però con la barba lunga e quindi non era certa fossi io”.

Con quale collega del cast hai stretto di più?

“Quest’estate sono andato in vacanza con Enrico Oetiker. Mi sono ritrovato a fare il padre ad un ragazzo di trent’anni. (ride) Con lui c’è stata empatia sin dall’inizio. Ho stretto un bellissimo rapporto anche con Giorgio Lupano. Mi ha insegnato tanto. E’ una persona che dice quello che pensa e sa come dirtelo. Spero che al termine di questa esperienza ci sia ancora possibilità di lavorare insieme. Al momento c’è qualche progetto in cantiere e aspettiamo che vada in porto”.

A scuola eri un secchione?

“Sono sempre stato bravo a scuola. I miei genitori sono il mio faro e non ho mai voluto tradire le loro aspettative”.

Ti hanno sostenuto nella scelta di diventare attore?

“Mio padre aveva la mia età quando è diventato padre. Il suo sogno era quello di poter dare ai figli quello che lui non aveva avuto e cioè la possibilità di scegliere. Questo mi ha portato ad avere un forte senso di responsabilità nei confronti della famiglia. Io ho sempre lavorato anche quando frequentavo l’università”.

Cosa ami fare nel tempo libero?

“Mi piace andare a teatro e faccio tanto sport. Di mattina, prima di andare sul set, mi alleno”.

Sei fidanzato?

“No. Al momento, la mia fidanzata è il lavoro. Sarebbe una mancanza di rispetto non dedicare del tempo all’altra persona. Non vedo molto i rapporti perché sono un tipo solitario. Infatti, sono poche le persone che mi sopportano”.

Condividi Su:
Roberto Zichittella:
Eleonora Puglia: Bel

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO