Paola Bonacina: Il volto bello dello sport in tv


    paola-bonacina-6

La tv è il suo habitat naturale. Ci si trova a meraviglia a tal punto da esser diventata la padrona di casa di una trasmissione – “Ciciarem un cicinin de balun” – dove il protagonista assoluto è il pallone vissuto in salsa divertente e sportiva, come sempre dovrebbe esserlo. Paola Bonacina, un passato da fotomodella, è oggi uno dei volti televisivi che spopola in giro per l’Italia. Se nella vita ci sono occasioni da cogliere al volo, nel mondo dello spettacolo ci sono treni che passano – quando passano – una volta sola. Ecco, lei è stata brava a salirci senza perder troppo tempo. All’inizio, inevitabili, i pregiudizi l’hanno fatta da padrone. Poi Paola ha dimostrato che studiando e informandosi, non è solo bella ma pure brava. Anzi, bravissima. “Ciciarem un cicinin de balun” è diventato il suo salotto in cui accoglie ex calciatori, ex allenatori, opinionisti e tifosi. Ma non solo. Di recente è stata l’inviata speciale nella movida milanese a caccia di vip e party esclusivi, in queste settimane è in onda con un nuovo format dedicato ai talenti emergenti. D’altronde, con in tasca una laurea in Psicologia e un Diploma come Grafica pubblicitaria, limitarsi a far la bella statuina davanti all’obbiettivo della macchina fotografica le sembrava riduttivo. “Per essere una fotomodella è fondamentale soprattutto l’aspetto fisico, in televisione si mette in mostra il cervello”. Insomma, idee chiare in testa e con una vena autoironica come dimostra la sua pagina Facebook “Paola Bona”, un abbreviativo del cognome che gioca anche sui luoghi comuni.

Paola Bonacina, ovvero il volto di “Ciciarem un cicinin de balun”.

“È iniziato tutto per puro caso. Lavoravo come fotomodella, collaboravo per servizi fotografici, ho avuto la fortuna di essere stata fra le testimonial di stilisti emergenti. Nel 2013 sono stata attrice nel Musical ‘Magia dei miei passi’ in quel di Sanremo, ho partecipato come figurante e tante trasmissioni tv, sono stata hair model su RaiDue nella trasmissione Detto Fatto. Fino a quando”.

È arrivata la grande occasione.

“Proprio così, e qui il caso ha giocato un ruolo importante. Il direttore di MovieTv, Roberto Crema, era in cerca di una nuova conduttrice per il programma sportivo che va in onda sul canale, visibile su Lombardia Sat, Sky 908 e sul 96 del Digitale terrestre. Mi ha vista, mi ha chiesto per che squadra tifavo… e se volevo far parte del programma. Ho avuto appena il tempo di rispondere Milan, ed è iniziata questa straordinaria avventura che dura ormai da tre stagioni”.

Com’è stata la prima volta davanti alle telecamere?

“Molto emozionante! All’inizio si pensa a tutto: alle pose, alle parole, alle espressioni. Per la mia crescita sono stati fondamentali i consigli della cameraman Roberta Menegon e la fiducia che Roberto Crema non mi ha mai fatto mancare”.

Ed ecco che, pian piano, quel salotto calcistico è diventata la tua dimora naturale.

“Mi sono sentita a mio agio grazie al clima straordinario, ma ho dovuto lavorare sodo per convincere tutti che di calcio ne capivo! Col passare delle settimane gli ospiti si sono abituati ad avermi al loro fianco nel corso della puntata. Forse all’inizio è stato naturale prendermi sottogamba, poi hanno capito la persona che sono: umile, desiderosa di imparare”.

Ma il tuo rapporto con la tv non è finito qui.

“Sempre per MovieTv, nei mesi passati ho avuto la fortuna di essere l’inviata speciale nella movida milanese per il programma ‘Notte Live’. Così, mi sono ritrovata ad intervistare Paolo Berlusconi, Diego Della Palma, Giusy Ferreri, Alessandro Cecchi Paone, Francesca Cipriani, Diego Abatantuono”.

Di recente è un rapporto col cinema.

“Sì, una passione che vorrei che diventasse un lavoro. Mi sto impegnando e sto studiando per farmi trovare pronta alla prima occasione. E so anche che Roma è il centro del mondo per chiunque voglia entrare nella magia nel grande schermo. Se ci fosse l’opportunità, non aspetterei un secondo a preparare la valigia e volare verso Cinecittà”.

Tutto questo, grazie a quell’occasione colta al volo.

“Se mi si chiede perché oggi sono una presentatrice, rispondo che mi sono fatta trovare al posto giusto nel momento giusto. Questo è la verità”.

Ma c’è dell’altro.

“Come modella non mi sentivo realizzata, oltre al bel fisico sentivo la necessità di mostrare anche la parte interiore di me”.

Hai un personaggio di riferimento nel mondo della conduzione?

“Dico Michelle Hunziker: brava, bella, professionale”.

Dove ti piacerebbe arrivare in questo mondo?

“Inutile nascondersi: mi piacerebbe arrivare a condurre una trasmissione tutta mia, un programma di rilievo sociale dove non si parli solo di calcio. Ho una laurea in Psicologia, sarebbe bello applicarla in qualche trasmissione”.

Com’è il mondo della tv visto da dentro?

V”isto da fuori può apparire tutto rose e fiori, pieno di frivolezza. Da dentro ti rendi conto che la gente è molto più normale di quello che si pensi, chi va davanti alla telecamera sta semplicemente facendo il suo lavoro. Ho incontrato persone semplici e umili: ecco, l’umiltà è ciò che davvero fa fare carriera. Nessun’altra scorciatoia”.

 

CONTATTI SOCIAL

Facebook: https://www.facebook.com/PaolaBonaChannel/


Your Comments

0 Responses to Paola Bonacina: Il volto bello dello sport in tv



Post a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Username*


Email*


Blog / Homepage?


Comment*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


© GP magazine • Autorizzazione del Tribunale di Roma n.421/2000 del 6 Ottobre 2000