03/01/2024
HomeArticoliIan Cook

Ian Cook

Creatività senza limiti

Ian Cook ha coniugato in maniera unica la sua passione per le automobili telecomandate e quella per la pittura. L’artista inglese ha realizzato, infatti, grandi quadri legati al mondo dei motori immergendo i suoi modellini nel colore e guidandoli poi sulle tele

di Cristiano De Masi

La sua opera più importante, un ritratto del pilota di Formula Uno Lewis Hamilton alto quanto un autobus a due piani, è stata esposta nella capitale inglese alle spalle del Tower Bridge. Ian Cook è un ragazzo come tanti, che adora giocare con le macchinine, tanto da farne un vero e proprio lavoro, sì perché Ian è un “aka Popbang Colour”, un pittore- artista che ha trovato un modo tutto suo di sfogare la passione per le auto.

Immaginate di poter far giocare un  Pollock con le auto telecomandate: così inizierete a farvi un’idea di chi sia Ian Cook, artista che disegna auto usando al posto dei classici pennelli, le macchine telecomandate. Il principio è semplice, Ian bagna le ruote delle sue auto telecomandate nel colore, e poi le guida su un foglio bianco usando il classico telecomando. Un’idea apparentemente semplice, ma forse non così facile da mettere i pratica.

Ian è cresciuto in una zona in cui l’industria automobilistica ha una grande storia e questo ha sicuramente influito, è infatti originario di Solihull, nelle West Midlands inglesi, la città della Land Rover. Lo zio ha lavorato per molte delle maggiori case automobilistiche e lui ha sempre desiderato seguire il suo esempio e diventare un car designer.

Ian è stato persino scelto da Reebook per realizzare un dipinto su commissione esposto a Londra il 30 ottobre nei pressi della Tower Bridge e il cui testimonial era Lewis Hamilton, che ha commentato:  “E’ incredibile che un dipinto così grande sia stato creato utilizzando macchine radiocomandate, ed è ancora più incredibile che mi assomiglia davvero! Mi piacerebbe solo avere uno spazio abbastanza grande per esporlo a casa mia”.

 

 

 

Condividi Su:
Luca Montersino
Salvio Simeoli

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO