07/24/2021
HomeArteTutti i colori dell’arte: finalmente in scena al Teatro Marconi

Tutti i colori dell’arte: finalmente in scena al Teatro Marconi

di Mara Fux –

Non senza fatica si riaccendono finalmente in questo afoso luglio le luci di arene e teatri per accogliere sui palcoscenici gli artisti e i loro spettacoli. I muri di Roma sono colorati di proposte che comprendono dalla danza classica al cortometraggio senza trascurare fiere, mercati e mostre.

Tra le tantissime offerte di un mercato che si impegna a più non posso per riprendersi dalle ferite della pandemia vi segnaliamo in particolare il Festival “Tutti i colori dell’Arte” di scena al Teatro Marconi, dove un calendario fitto di interessanti appuntamenti di teatro, musica, danza e letteratura ha preso magicamente il via dopo mesi e mesi di tentennamenti dovuti oltre che al bizzarro andirivieni dei colori della nostra Regione, anche alla follia di un meteo che non si sa mai se voglia arrostirci come caldarroste o annegarci sotto strati di grandine. Fatto sta che al di là di ogni danno provocato dal covid, nemmeno l’allagamento della sala provocato da improvvise bombe d’acqua è riuscita a far demordere Felice Della Corte, direttore artistico della prestigiosa sala capitolina dal programmare un cartellone che ne ha per tutti i gusti sfruttando al millesimo le aree interne ed esterne del prestigioso spazio situato a Via Guglielmo Marconi 698/E. Divanetti e poltroncine adeguatamente collocati nel giardino antistante l’ingresso offriranno al pubblico la possibilità di gustare ricchi apericena o di intrattenersi all’ascolto di concerti live e presentazioni di opere letterarie.
Partito a fine giugno con lo spettacolo teatrale “Ma il cielo è sempre più blu”, scritto e diretto da Claudio Boccaccini, il Festival “Tutti i colori dell’Arte” propone una carrellata di lavori teatrali cui potrete assistere visitando il sito www.teatromarconi.it ove potranno anche esser fatte prenotazioni o acquisti dei biglietti. Novità italiane come “Lo squalo fluido rosa” di Gabriele Mazzucco o “Mutandine” di Cinzia Berni o “La supplente” di Giuseppe Manfridi o ancora “Scoppiati” di Claudio Pallottini si alternano ad autentiche chicche come “Terroni” interpretato da Roberto D’Alessandro con il M° Mariano Perrella o “Amor ch’a nullo amato amar perdona” interpretato da Francesco Branchetti e Miriam Mesturino o ancora “Il tradimento di Don Chisciotte” diretto da Marco Belocchi. Tante anche le serate di musica live tra le quali spiccano certamente “Morricone & friends”, dove la colonna sonora da film è indubbia padrona e “Ciribiribin Italian Swing Orchestra”. Due gli appuntamenti con il teatro danza cui non mancare: “Synesthesia” con coreografie di Giuliana Maglia e “Convergenze” con coreografie di Federica Galimberti.
Non mancheranno gli appuntamenti con la risata intelligente: “Ho tossito nella piega del gomito” di Geppi Di Stasio e “Comic Free – è davvero andato tutto bene?” scritto e diretto da M. D’Angelo non lasciano alcun dubbio sulla possibilità di certa polemica nella trama mentre “Scanzonata Romana” di Francesca Nunzi, “Mangia come parli” di Fabrizio Gaetani o “Me vedo co uno” di Alessandro Carvaruso contribuiranno certamente con battute e freddure a ricordarci che, magari, potremo tornare a sorridere.
info@teatromarconi.it oppure 06 5943554

Condividi Su:
Max Marra: “L’in
Bullismo: “Ci dovr

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO