07/10/2020
HomeMusicaManuel Aspidi: “Il più grande amore della mia vita è la famiglia”

Manuel Aspidi: “Il più grande amore della mia vita è la famiglia”

Dopo aver partecipato al talent show di “Amici” di lui non avevamo più sentito parlare. E invece ora Manuel Aspidi è tornato alla ribalta con il suo nuovo singolo “Let out this light”. Una ballata d’amore intensa e delicata scritta da Julian V. Hinton che aveva custodito per venti anni questa canzone in un cassetto aspettando la persona giusta a cui affidarla.

di Giulia Bertollini

E chi meglio di Manuel poteva interpretarla con la sua voce soul.

Manuel il tuo singolo “Let out this light” è stato in rotazione nelle radio.

“E’ un canzone che Julian V. Hinton ha tenuto nel suo cassetto per venti anni aspettando la persona giusta a cui affidarla. Quando me l’ha fatta sentire sono stato felice perché è un brano molto vicino alle mie sonorità. Mi sta regalando tante soddisfazioni. Il singolo è primo in classifica nella Independent World Charts assieme ai grandi della musica internazionale come Ed Sheeran, Shawn Mendes, Ariana Grande e molti altri”.

Il video è stato girato a Livorno, la tua città natale. 

“Amo molto la mia città e in questo sono patriottico. Il 31 gennaio 2020 ho fatto la prima data del tour al Goldoni. Sono felice di partire dalla mia città perché qui ho la mia famiglia e i miei affetti. Questo periodo sto facendo il pendolare tra Roma, Londra  e Firenze per le prove del tour. Ogni volta che posso però torno a casa”.

Hai partecipato alla sesta edizione di “Amici di Maria”. Cosa ti ha lasciato quell’esperienza?

“E’ stata una delle esperienza più belle della mia vita. Mi ha fatto crescere e mi ha dato tantissimo perché mi ha permesso di avere la visibilità necessaria per farmi conoscere al grande pubblico. Grazie ad ‘Amici’ ebbi la fortuna di ricevere un brano ‘Soli a metà’ che mi ha fatto conquistare riconoscimenti importanti. E’ entrata a far parte della hit parade del 2007. Le persone che hanno amato quella canzone stanno apprezzando anche il nuovo singolo. Questo mi rincuora tantissimo.

Molti tuoi colleghi che hanno partecipato ad “Amici” e che sono finiti nel dimenticatoio sono tornati alla ribalta grazie alla trasmissione “Tale e quale show”. Ti piacerebbe partecipare? Come te la cavi con le imitazioni?

“Con le imitazioni non sono bravissimo. Ad oggi non mi piacerebbe partecipare perché il progetto che sto affrontando è importante in tutto il mondo e non mi darebbe la possibilità di fare quello che sto facendo. Sono concentrato sul mio sogno che è quello di riuscire a portare la musica oltreoceano e non solo”.

Con quale artista ti piacerebbe collaborare in futuro?

“Miro in alto. Mi piacerebbe collaborare con Stevie Wonder e Ed Sheeran. Rimanendo in Italia sogno di poter collaborare con Giorgia e Laura Pausini. E se fosse stato ancora in vita anche con Alex Baroni. All’interno del mio tour, in accordo con la sua famiglia, ho deciso di fargli un omaggio”.

Durante il tour è stata istituita una raccolta fondi destinata a “I sogni di Jo”. 

“Jo è una bambina che non può camminare e i genitori devono sostenere un importante intervento in Florida. Hanno bisogno di raccogliere tanti soldi. Per poterli aiutare ho deciso di fare una raccolta fondi durante tutte le tappe del tour”.

Il tuo nuovo album si chiama “Libero (I’m free)”. E questo lavoro segna la tua rinascita. In che senso?

“Questo album arriva dopo tanti anni di collaborazioni e singoli. Per me è importante trovare delle canzoni giuste che siano adatte a quello che vuoi andare a raccontare. Ho avuto la fortuna di conoscere Numa Palmer tramite la mia agenzia discografica. Il disco rappresenta un punto di rinascita perché sono tornato più forte e più determinato di prima. A volte ci si blocca di fronte alle difficoltà ma se si ha un sogno bisogna persistere per raggiungerlo”.

Una volta uscito da “Amici” ti è capitato di sentirti perso?

“E’ stata una grande famiglia. Quando sono uscito dal programma ho sofferto perché mi mancava il contatto con Maria che è stata sempre materna nei miei confronti. Ero molto affezionato a lei ed era il mio punto di riferimento così come Luca Zanforlin, l’autore del programma. Mi ero abituato a vivere una realtà diversa e mi sono sentito frastornato quando mi sono trovato catapultato nella vita reale. Ho avuto la fortuna di avere una famiglia che mi ha sostenuto così tanto da non permettermi però di perdere la retta via”.

Sei rimasto in contatto con qualcuno?

“Sono rimasto in contatto con Karima. Con lei eravamo amici all’interno e lo siamo rimasti anche fuori. Abbiamo pensato anche ad un duetto insieme e ne abbiamo parlato. Speriamo che questo progetto possa andare in porto”.

Sanremo è nei tuoi progetti o non ci pensi?

“E’ nei miei progetti, chissà per il prossimo anno. Ho un tour a cui dover pensare e una promozione che mi sta portando fuori dall’Italia”.

I rapporti sono spesso un’altalena tra estasi e inquietudine. Ti è capitato di farti del male in amore?

“Il più grande amore della mia vita è la famiglia. Mi è capitato di soffrire molto per la perdita di mia nonna. Un amore incondizionato, profondo e viscerale. A lei ho anche dedicato il brano ‘Un angelo per me’ che è all’interno dell’album”.

Condividi Su:
Antonio Mezzancella:
Melania Dalla Costa:

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO