02/23/2024
HomeCultura“Donna Summer la voce arcobaleno”, è uscito il nuovo libro di Andrea Angeli Bufalini e Giovanni Savastano

“Donna Summer la voce arcobaleno”, è uscito il nuovo libro di Andrea Angeli Bufalini e Giovanni Savastano

di Silvia Giansanti –

Dopo il bestseller “La Storia della Disco Music”, a proposito degli anni ’70, i due autori Andrea e Giovanni sono tornati in pista con un libro dedicato a Donna Summer, edito da Coniglio Editore

Un mito indiscusso, un’icona, una regina evergreen che ha fato sognare parecchie persone attraverso il suo modo di cantare. A dieci anni esatti dalla sua scomparsa, è uscito un libro su di lei, “Donna Summer la voce arcobaleno. Da disco queen a icona pop”. A dare vita a questo gioiello letterario sono Andrea Angeli Bufalini e Giovanni Savastano con la prefazione di Pete Bellotte, produttore insieme a Giorgio Moroder di alcuni successi della cantante. Si tratta di un libro ricco, il primo sulla superstar originaria di Boston che ha collezionato 5 Grammy Awards, un Oscar e una valanga di dischi d’oro e di platino in ogni parte del globo. Senza tralasciare che ha venduto più di centocinquanta milioni di dischi durante la sua folgorante carriera. Basta ascoltare “Love to love you baby”, “I feel love”, “Bad Girls”, “On the Radio” (giusto per citare alcuni principali successi) e pensare alle sue collaborazioni con Barbra Streisand, Quincy Jones, David Foster, Bruce Springsteen e John Barry, per essere catapultati nel suo mondo magico. Andrea Angeli Bufalini è giornalista, critico musicale e scrittore. Tra le sue esperienze spicca quella con Radio Due. Giovanni Savastano è psicoterapeuta, docente e scrittore. Ha iniziato il viaggio nella scrittura con articoli e libri di psicologia, per poi passare alla musica.

Andrea, sei amante da sempre di questo personaggio, tanto da scriverne un libro. Ecco, quando uscì la notizia della scomparsa di Donna Summer, cosa provasti?

“Ricordo che provai un senso di irrealtà, non mi sembrava vero e pensavo fosse una bufala. Era un pomeriggio in cui mi trovavo in Rai. Rimasi sconvolto e così sono andato a verificare se la notizia fosse vera o meno. Lo era purtroppo. E’ stato un colpo per tutti, visto che lei era molto riservata e non aveva mai parlato della sua malattia, al contrario di tanti altri personaggi che gridano le cose ai quattro venti. Se n’è andata in silenzio”.

Hai avuto l’occasione di incontrare personalmente Donna Summer?

“Certamente. Credo di averla intervistata sia in Italia che all’estero ben sette volte e ormai ci conoscevamo. Sono entrato in contatto anche con il marito”.

Che sensazione hai provato intervistandola?

“Era una persona eccezionale, in quanto molto empatica, scherzosa, affabile e non aveva affatto comportamenti da diva. Era molto alla mano, una donna della porta accanto. Tutto il contrario di quello che si poteva immaginare”.

Questo è il primo libro a lei dedicato?

“In Italia è il primo in assoluto, mentre nel mondo ci sono un paio di libri che sono una specie di raccolta discografica. Qui abbiamo utilizzato materiale inedito e molte illustrazioni. Da tempo avevo in mente di scriverlo, tanto che le avevo parlato di questa idea”.

Che ne pensava?

“Era molto contenta, poi è successo quello che è successo e ho preferito far passare un po’ di anni perchè ritenevo inopportuno scrivere subito qualcosa. Pensa che lei aveva già accettato di fare la prefazione ”. 

Invece l’ha fatta Pete Bellotte.

“Sì, è stato molto carino, non si concede facilmente sai? Un vero gentleman e un gramde onore per noi”.

Giovanni, quali sono stati i motivi per cui avete dato alla luce questo libro?

“Ci sono tanti libri sugli artisti della musica rock, ma su quelli funky e soul non c’è nulla in Italia. Altra motivazione è perché abbiamo del materiale inedito e, in ultimo, per ricordare una persona eccellente come lei”.

Com’è articolato il libro?

“E’ composto da tantissime illustrazioni, soprattutto dell’epoca e aneddoti che non sono mai stati svelati, raccontati da lei e dalle persone a lei vicine, come il suo entourage. Questa è la particolarità. E’ un libro cartonato e ha la sua valenza. Edito da Coniglio Editore”.

Cosa vi aspettate dopo il bestseller precedente?

“Siamo davvero fiduciosi”.

Condividi Su:
Pamela Prati e la no
Francesca Maria Giul

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO