06/22/2021
HomeMusicaVeronica Di Nocera: Il coraggio di cantare i temi sociali

Veronica Di Nocera: Il coraggio di cantare i temi sociali

di Francesco Fusco –

E’ online su tutti gli stores digitali “Acustico”, il nuovo singolo della cantautrice campana Veronica. Il brano parla di autismo, una tematica sociale molto delicata che l’autrice conosce da vicino.

Veronica Di Nocera, in arte Veronica… autrice del nuovo singolo “Acustico”. Come è nato questo progetto?
“Il mio progetto musicale è nato subito dopo aver frequentato il Master of Music presso la Luiss di Roma. I mesi che ho trascorso studiando il panorama musicale in ogni sua sfaccettatura mi hanno spronata a darmi un’opportunità come cantautrice. Ho sempre cantato, ho iniziato da bambina per scherzo e poi, con il passare degli anni, mi sono resa conto che volevo diventasse un lavoro a tutti gli effetti. Il mio progetto si snoda tra ritmi che appartengono all’ambito dell’elettronica e del pop, combinati tra loro in modo tale da fungere da partitura, non solo musicale, ma emotiva alle tematiche trattate. I miei brani si ispirano molto alle produzioni di Billie Eilish, ‘Lorde’, ‘Tove Lo’ e ‘Imogen Heap’”.
Come mai hai scritto una canzone parlando di Autismo?
“Ho scritto ‘Acustico’ l’estate scorsa, dopo aver parlato al telefono con mia zia Monica, la mamma di Desio. Desio, mio cugino, è un bambino autistico, che ho avuto la sfortuna di veder crescere da lontano poiché abitiamo distanti. Monica mi ha raccontato della meravigliosa storia di Desio e, dopo aver ascoltato le sue parole, ho trovato l’ispirazione per scriverci un brano. ‘Acustico’ parla della quotidianità di mio cugino e si può definire come una sorta di ‘esperienza sensoriale’ che descrive attraverso parole, musica, suoni e rumori ciò che Desio prova quando è a contatto con il mondo”.
Hai scritto altri brani con tematiche forti. Così giovane e impegnatissima nel sociale.
“Sono una persona sensibile, che ne ha passate davvero tante in adolescenza. In quel periodo, in cui il bullismo sembrava non abbandonarmi, mi sono avvicinata alla musica, il mio rifugio dalle parole con cui cercavano di colpirmi a scuola. Cantare mi ha dato la forza di reagire e di chiedere aiuto ai miei genitori ed è per questo che ho deciso di scrivere di temi sociali, nella speranza che i miei brani possano trasformarsi in un mantra per chi ha bisogno di forza per affrontare un periodo difficile della vita. Aiutare chi non ha voce per denunciare una problematica o una violenza è l’obiettivo primario della mia produzione musicale e mi fa sentire orgogliosa quando qualcuno mi dice che ha ritrovato la forza di reagire grazie ai miei brani”.
Hai mai partecipato a Sanremo?
“Lo scorso settembre ho presentato ‘Acustico’ a Sanremo Giovani ma non è stato accettato. Diciamo che il festival è sempre un terno al lotto perché ogni anno ci sono tantissime iscrizioni ma non demordo!”.
Progetti futuri?
“Mi aspetto di tornare a cantare al più presto e di poter partecipare a tutte le finali di concorsi che attualmente sono stati rimandati. Per quanto riguarda i progetti “concreti”, in lockdown ho scritto diversi brani che, insieme ai brani già editi, andranno a comporre il mio primo EP”.

Condividi Su:
Gabriele Lopez: “A
Giuliana Gianfaldoni

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO