11/29/2022
HomeSpettacoloDavide Scafa: Un attore per la legalità

Davide Scafa: Un attore per la legalità

di Rosa Gargiulo –

È un giovane talento del cinema e della fiction italiana, Davide Scafa. Ha studiato tanto, passando dall’Actor Planet di Rossella Izzo all’Accademia del Teatro e del Cinema diretta da Claudio Insegno, all’Accademia delle arti drammatiche “Totò” di Gaetano Liguori

Per non farsi mancare nulla, da un paio di anni ha aggiunto alle sue esperienze artistiche anche la radio (Radio Marte e RTL).Il cinema e la fiction lo vogliono in ruoli legati alle storie di criminalità organizzata, ma Davide è un giovane attore brillante e poliedrico, che non disdegna il teatro di Viviani e Eduardo, i musical e gli spot pubblicitari.

In questi ultimi anni ha inanellato una serie di partecipazioni importanti, da “L’oro di Scampia” a “Per amore del mio popolo non tacerò” (dedicato alla vita e all’uccisione per mano della camorra di Don Peppe Diana), alla fiction di enorme successo “I bastardi di Pizzofalcone”. 

La serie Rai “Mare Fuori” ha rappresentato per il giovane attore un momento artistico e di crescita personale molto importante, che lo lega a un tema attuale e spesso drammatico: l’educazione alla legalità e la sensibilizzazione dei giovanissimi.

Davide Scafa accetta sempre molto volentieri di partecipare a incontri con scuole e ragazzi, anche bambini della scuola primaria, per lanciare il suo personale messaggio: “create un sogno e portatelo avanti. Scegliete qualcosa che vi faccia stare bene, che vi appassioni, e impegnatevi per realizzarlo”.

Il teatro, prima, e il cinema e la televisione dopo, sono stati per lui una passione, un sogno, un impegno, diventati lavoro. 

“C’è sicuramente qualcosa che vi piace fare. Qualcosa di bello. Non abbandonatelo, non lasciate andare i vostri sogni. Potete realizzarli, con volontà e impegno. Non avrete tempo per pensare ad altre cose, che possono portarvi lontano”.

È così che esorta i tanti bambini e ragazzi che incontra, e che gli restituiscono un feedback importante: anche se è ancora molto giovane, Davide si è già fatto apprezzare e amare dal pubblico.

“La cultura, i libri, lo studio, sono chiavi importanti per il futuro. Avevo 14 anni quando ho recitato nel film dedicato a Don Peppe Diana, e ho conosciuto bene la sua storia. Se tanti ragazzi avessero accettato il suo invito a frequentare l’oratorio, fare attività sportive e culturali, molto probabilmente non avrebbero scelto la strada della criminalità”.

Una delle sue ultime partecipazioni ha riguardato proprio la Giornata della Legalità organizzata dall’Istituto Comprensivo “Don Bosco – Verdi” di Qualiano (Na), dove Davide ha potuto incontrare Marisa Diana, sorella di Don Peppe. Un artista costantemente impegnato sul fronte sociale, protagonista anche di cortometraggi sul bullismo e sull’inclusione.

Prossimamente lo vedremo, ancora in televisione, nella nuova stagione di “Mina Settembre” (Rai Uno).

Entusiasta, solare, appassionato: un giovane talento di cui sentiremo parlare a lungo…

Condividi Su:
POST TAGS:
Syria Mastellone: So
Luc Bouy: Quei sette

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO