04/24/2024
HomeFashionEmanuele Salci: “La mia passione per i matrimoni”

Emanuele Salci: “La mia passione per i matrimoni”

Lui è Emanuele Salci, professione wedding planner. Si considera un grande appassionato del settore dei matrimoni che crede fermamente nell’arte di trasformare grandi sogni in nuove realtà.
“La mia passione per l’organizzazione di matrimoni – spiega Emanuele – è nata tutto per caso, dai dolci fino ad organizzare grandi eventi”.
Emanuele, domanda classica e scontata, come si diventa wedding planner?
“E’ un percorso che richiede passione, dedizione e competenze specifiche nel campo degli eventi e dell’organizzazione. È importante avere una solida comprensione del settore degli eventi e delle nozioni di base di gestione e organizzazione. Si può ottenere questa conoscenza frequentando corsi specifici in wedding planning, partecipando a workshop, seminari o webinar, e leggendo libri e risorse online sull’argomento. Una volta acquisite le conoscenze di base, è fondamentale metterle in pratica. Iniziare a cercare stage presso studi di wedding planning esistenti o lavorando come assistente per un wedding planner professionista. Il successo nel settore del wedding planning dipende in gran parte dalla capacità di costruire relazioni solide con fornitori, luoghi, fornitori di servizi e altri professionisti del settore degli eventi. Consiglio di partecipare ad eventi di networking, fiere del matrimonio e incontri del settore. Man mano che prendiamo esperienza, raccogliere foto, testimonianze e dettagli dei matrimoni organizzati. Questo aiuterà a creare un portfolio che puoi mostrare ai potenziali clienti e quello che sai fare. Una volta che ti senti pronto, puoi avviare la tua attività di wedding planning. Il settore del wedding planning è in costante evoluzione, quindi è importante rimanere aggiornati sulle ultime tendenze, tecnologie e pratiche migliori. In breve, diventare un wedding planner richiede impegno, lavoro duro e passione per l’industria degli eventi. Con la giusta combinazione di formazione, esperienza e networking, puoi trasformare la tua passione per la pianificazione di matrimoni in una carriera gratificante e di successo”.
Quali sono le difficoltà di una professione che è sempre più richiesta?
“Anche se la professione di wedding planner è sempre più richiesta e può essere gratificante, dobbiamo mettere in conto che ci sono diverse sfide da affrontare. Maggiore concorrenza, è importante distinguersi dalla massa offrendo servizi unici, personalizzati e di alta qualità. Pianificare un matrimonio comporta una serie di scadenze e tempi serrati da rispettare. Gestire più matrimoni contemporaneamente può essere stressante e richiedere un’ottima gestione del tempo e delle priorità. Il wedding planning può essere un lavoro molto stressante, specialmente durante la stagione alta dei matrimoni. Ci sono molte variabili da gestire e imprevisti da affrontare, il che può mettere a dura prova la capacità di gestione dello stress di un wedding planner”.
Come si organizza un matrimonio: una coppia viene da te… e poi?
“Quando una coppia si rivolge a me per organizzare il loro matrimonio, di solito seguo un processo ben strutturato per garantire che ogni dettaglio sia curato con attenzione e che il loro giorno speciale sia perfettamente personalizzato alle loro esigenze e desideri. Organizzare un matrimonio coinvolge molte fasi e richiede una pianificazione attenta, una comunicazione efficace e una gestione dettagliata dei processi. La mia priorità è sempre garantire che la coppia abbia un’esperienza indimenticabile e senza stress durante questo momento così importante della loro vita”.
Qual è la richiesta più ricorrente che ti fanno le coppie?
“La richiesta più comune che mi viene fatta è quella di creare un tema o un concetto per il matrimonio che sia davvero significativo per loro. Vogliono che ogni dettaglio, dalla decorazione alla scelta del menu, rifletta la loro personalità e il loro legame unico. Possono essere ispirati a luoghi che hanno un significato speciale per loro, a hobby condivisi o a momenti importanti della loro storia insieme. Inoltre, le coppie desiderano spesso includere dettagli personalizzati nel loro matrimonio. Questi possono essere piccoli gesti che rendono il giorno ancora più speciale, come favoretti di nozze fatti a mano o dettagli decorativi che raccontano la loro storia. Vogliono che i loro ospiti si sentano coinvolti e apprezzati durante l’evento, quindi cercano modi creativi per includerli nella celebrazione”.
Quella più strana?
“Tra le richieste più insolite che ho ricevuto da parte delle coppie, ce n’è una che spicca per la sua originalità e creatività. Una coppia mi ha chiesto di organizzare un matrimonio ispirato alla cultura dei viaggi nel tempo, con un tema che mescolasse elementi del passato, del presente e del futuro”.
Ti danno carta bianca oppure cercano di “intromettersi” nel tuo lavoro?
“La relazione tra un wedding planner e una coppia può variare da caso a caso. Alcune coppie sono più inclini a dare carta bianca al wedding planner, fidandosi della sua esperienza e creatività per organizzare un matrimonio che sia perfetto per loro. Altre coppie, invece, preferiscono essere più coinvolte nel processo decisionale e desiderano partecipare attivamente alla pianificazione del loro grande giorno”.
Quanto dura l’organizzazione di un matrimonio?
“La durata dell’organizzazione di un matrimonio varia a seconda della complessità dell’evento e delle esigenze della coppia. In generale, si consiglia di iniziare la pianificazione almeno un anno prima della data prescelta. Durante questo periodo, la coppia si occupa di scegliere la location, i fornitori chiave e i dettagli del matrimonio. Con il passare dei mesi, si concentrano su altri aspetti come gli abiti, gli inviti e la gestione degli ultimi dettagli. Nelle settimane e nei giorni precedenti il matrimonio, si assicurano che tutto sia pronto e organizzano gli incontri finali con i fornitori. In definitiva, è importante iniziare la pianificazione con anticipo per garantire un matrimonio senza stress e indimenticabile”.
Che progetti hai riguardo il tuo lavoro di wedding planner?
“Tanti, per scaramanzia meglio non accennare nulla!”.
Giusto per giocare, una coppia, del presente o del passato, a cui vorresti organizzare un matrimonio?
“Quello di Michelle e Ignazio del Volo, sono sicuro che gli potrei organizzare un bellissimo matrimonio”.

Condividi Su:
Maximiliano Ulivieri
Gabriele Raho: Il gi

redazione@gpmagazine.it

Valuta Questo Articolo
NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO